Obbligo di scaricare l'app Immuni per salire sugli autobus, anzi no: la Regione fa dietrofront

Il presidente Marsilio firma un'ordinanza per correggere quella diffusa ieri: gli utenti del trasporto pubblico non devono per forza avere l'applicazione per il tracciamento dei contagi da Coronavirus

Nessun obbligo di scaricare la app Immuni sul proprio smartphone per usufruire del trasporto pubblico.

Il chiarimento arriva dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio dopo che, tra gli allegati dell'ordinanza firmata ieri dallo stesso Governatore, era comparso l'obbligo per gli utenti di usare l'applicazione per il tracciamento dei contagi. 

"Ho dato immediate disposizioni ai miei uffici di eliminare dagli obblighi degli utenti del Tpl l’utilizzo dell’app Immuni. Non so come sia finito nel testo dell’allegato - spiega Marsilio - visto che nelle bozze predisposte dagli stessi uffici del dipartimento trasporti non vi era. Comunque sia, non lo condivido, lo considero addirittura incostituzionale e sarebbe impossibile da verificare e far rispettare".

Oggi, il presidente firmerà un’ordinanza correttiva per eliminare dall’allegato l'obbligo di Immuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Miglianico, Matteo non ce l'ha fatta: morto il 18enne colpito alla testa

  • Concorso della Regione Abruzzo per 14 posti a tempo indeterminato

  • Malore improvviso dopo una discussione: muore nel cortile del palazzo

  • Ciaspolate, sci alpinismo e passeggiate in montagna anche in zona arancione: le Faq sull'ultimo Dpcm

  • Primo appuntamento: Bernardo conquista Giusy con la sua spontaneità [Video]

  • Festino notturno a base di cocaina in un bar: denunciato il titolare, multati i clienti

Torna su
ChietiToday è in caricamento