Lavori in autostrada, chiude per due notti il tratto dell'A14 fra Ortona e Val di Sangro

Chiusura obbligata per lavori di manutenzione e pavimentazione; resterà dunque inaccessibile la stazione di Lanciano

Resterà chiuso per due notti consecutive il tratto dell'autostrada A14 compreso tra Ortona e Val di Sangro, in entrambe le direzioni. 

Le chiusure, programmate per eseguire lavori di manutenzione e pavimentazione, sono previste nelle serate di mercoledì 6 e giovedì 7 novembre, dalle ore 23 alle 5 del mattino. 

Di conseguenza, come fa sapere la società Autostrade, la stazione di Lanciano sarà chiusa in uscita e in entrata, da e verso entrambe le direzioni/provenienze - Bari e Pescara/Bologna.

In alternativa, per chi viaggia verso Bari, si consiglia l'uscita obbligatoria alla stazione di Ortona, per poi proseguire sulla SS 16 adriatica, in direzione di Bari e seguire le indicazioni per A14 Foggia, con rientro sulla A14, alla stazione autostradale di Val di Sangro, per proseguire in direzione di Bari. 

Per chi viaggia verso Pescara/Bologna, dopo l'uscita obbligatoria alla stazione di Val di Sangro, è consigliato proseguire sulla SS 16 adriatica e seguire le indicazioni per A14 Pescara, con rientro sulla A14, alla stazione autostradale di Ortona, per proseguire in direzione nord.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Chieti usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assegno unico per i figli 2021: cosa cambia e a chi spetta

  • Si schianta con l'auto dopo il lavoro, muore a 100 metri da casa a 61 anni (FOTO)

  • Pastore tedesco recluso in una voliera per quattro anni senza cibo: si cerca una famiglia che possa adottare Iowa

  • L'Abruzzo resta in zona arancione, ma preoccupano i contagi nella provincia dell'Aquila

  • Si è suicidato nel carcere di Vasto Sabatino Trotta, il dirigente della Asl era stato arrestato per presunta corruzione

  • Ex infermiera di Lanciano deceduta dopo il vaccino Pfizer, l'autopsia: "Non c'è correlazione"

Torna su
ChietiToday è in caricamento