Immatricolazioni: in Abruzzo più autobus e meno veicoli pesanti

In Abruzzo nel 2019 sono stati immatricolati 180 autobus, segnando un +300% rispetto al 2018

Aumentano i mezzi di trasporto pubblici a Chieti così come nel resto della regione. In Abruzzo nel 2019 sono stati immatricolati 180 autobus, segnando un +300% rispetto al 2018. Invece, sono diminuite le immatricolazioni dei veicoli pesanti per il trasporti merci: 27,7% rispetto all’anno precedente.

Dall’analisi fornita dal Centro Studi Continental su dati Aci, Chieti risulta essere la provincia che ha investito maggiormente sul trasporto pubblico, registrando un aumento del +514,3%.

A seguire troviamo Teramo (+190%), Pescara (+83,3%) e L’Aquila, provincia in cui le immatricolazioni di autobus sono rimaste invariate.

Per quanto riguarda i veicoli pesanti, ancora una volta Chieti registra il calo minore (-10,5%). A seguire troviamo -29,2% di Teramo, –38,6% di L’Aquila e -42% di Pescara.

In Italia le nuove immatricolazioni di autobus hanno segnato una crescita del 31,3% rispetto al 2018, mentre quelle di veicoli pesanti (e cioè con PTT – peso totale a terra – superiore a 16 tonnellate) per il trasporto merci sono state 19.605, con un calo del 30,7% rispetto all’anno precedente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • DIRETTA - Elezioni comunali 2020: ballottaggio Di Stefano-Ferrara

  • Elezioni comunali, i voti ricevuti da tutti i candidati consiglieri

  • Comunali Chieti: exit poll e prime proiezioni

  • Torrevecchia in lutto per la scomparsa di Erica: aveva solo 26 anni

  • Chieti sceglie il nuovo sindaco: ha votato il 67,87%, più del 2015 - LA DIRETTA

  • La sfida elettorale riparte: Di Stefano e Ferrara al ballottaggio per governare Chieti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento