Martedì, 26 Ottobre 2021
Notizie

Bollo auto ridotto del 50%: ecco come ottenere lo sconto

Per ottenere lo sconto del 50% sul bollo auto bisogna possedere un’auto che abbia compiuto 20 anni per la quale sia stato rilasciato il certificato di rilevanza storica e collezionistica

Uno sconto molto gradito: il bollo auto dimezzato si rivolge a tutti i possessori di vetture storiche certificate con almeno 20 anni di età compiuti dalla prima immatricolazione. La tassa automobilistica è spesso argomento di dibattiti, confronti e scontri e proprio in questi giorni sta destando nuovamente interesse per via della proposta di abolizione del bollo auto, avanzata dal Movimento 5Stelle.

Al momento è possibile solamente usufruire della riduzione del 50% sulla cifra totale da versare annualmente. L’agevolazione è prevista solamente per una specifica categoria di vetture, ossia quelle storiche. Il requisito richiesto è il raggiungimento della soglia dei 20 anni di età, ma da sola non basta.

Sbaglia, infatti, chi crede che sulla propria vettura “vecchia” si applichi direttamente e incondizionatamente lo sconto previsto per legge. Vediamo come funziona e come richiederlo.

Come ottenere il certificato di rilevanza storica

Per ottenere lo sconto del 50% sul bollo auto bisogna, dunque, possedere un’auto che abbia compiuto 20 anni per la quale sia stato rilasciato il certificato di rilevanza storica e collezionistica.

Per ottenerlo bisogna rivolgersi agli enti che possano attestare la storicità del veicolo e annotare i dati della vettura sui registri: Asi, Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo e Storico Fmi.

Oltre all’annotazione su uno dei cinque registri, bisogna aggiornare la carta di circolazione, o libretto; l’operazione è a pagamento.

Bollo auto dimezzato anche per veicoli storici a uso professionale

Anche per i veicoli storici a uso professionale è previsto lo sconto del 50% sul bollo auto. La novità è in vigore da giugno ed è stata introdotta dopo l'intervento del Ministero dell’Economia e delle Finanze con la Risoluzione n. 1/DF del 14 giugno

Sono anche stati chiariti gli sviluppi della sentenza 122/2019 del 20 maggio 2019, secondo cui la Corte Costituzionale ha conferito alle Regioni di decidere autonomamente sulle esenzioni dal pagamento del bollo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollo auto ridotto del 50%: ecco come ottenere lo sconto

ChietiToday è in caricamento