rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Meteo

Previsioni meteo: “Arriva la prima vera perturbazione d'autunno. Rischio nubifragi e criticità”

"Nei prossimi giorni è attesa la prima vera perturbazione di stampo autunnale e di matrice atlantica, dopo diversi mesi di assenza" conferma il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara

È attesa nel weekend la prima vera perturbazione autunnale in Italia con piogge che arriveranno a Nord per poi scendere, domenica, al Centro e parte del Sud.

A confermarlo è  il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che spiega: “Il fronte raggiungerà il Nord e la Toscana nel corso di sabato, dove entro sera scaricherà piogge e rovesci anche a sfondo temporalesco: attenzione particolare a Liguria, specie di Levante, Toscana, specie settentrionale e Appennino emiliano, dove le precipitazioni potranno risultare anche molto abbondanti. Domenica la perturbazione avanzerà verso levante coinvolgendo in modo più diretto anche al Centro, dove saranno possibili rovesci e temporali anche di forte intensità. In questa fase rischio nubifragi in particolare tra Umbria, Lazio e Abruzzo occidentale, dove non si escludono picchi di oltre 60-70mm, ma anche sopra i 110-120mm sui settori laziali meridionali, che dovrebbero essere il bersaglio principale della perturbazione. Precipitazioni a tratti abbondanti potranno interessare tra notte e primo mattino anche i settori marchigiani già interessati dalla recente alluvioni. In parte verrà coinvolto pure il Sud, con rischio nubifragi soprattutto sull'alta Campania, ma piogge e locali temporali potranno interessare pure i restanti settori in particolare Sardegna, Sicilia, Basilicata, Molise e medio-alta Puglia".

Al seguito di questa perturbazione l'autunno alzerà ulteriormente la voce con aria artica che infatti dilagherà su gran parte dell'Europa centro-settentrionale raggiungendo in parte anche il Mediterraneo nella prossima settimana. Avremo dunque a che fare con nuove piogge, temporali, sebbene alternati a parentesi più asciutte e soleggiate.

“Veniamo dalla seconda estate più calda mai registrata in Italia, con temperature ampiamente sopra media per oltre due mesi - spiegano ancora da 3bmeteo - il mar Mediterraneo risulta ancora decisamente caldo: questo fatto contribuisce ad aumentare l'energia a disposizione delle perturbazioni autunnali, che potranno quindi manifestarsi con episodi di maltempo talora di intensità rilevante durante prossimi 2-3 mesi. Non a caso i mesi statisticamente più a rischio in tal senso sono settembre, ottobre, novembre. Ad oggi non è possibile specificare le aree più a rischio e quando, ma il potenziale energetico è ancora elevato e quindi non è escluso che con l'autunno possano verificarsi nubifragi localizzati con potenziali rischi idrogeologici. Questo non preclude comunque la possibilità di periodi siccitosi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Previsioni meteo: “Arriva la prima vera perturbazione d'autunno. Rischio nubifragi e criticità”

ChietiToday è in caricamento