Sabato, 15 Maggio 2021
Green

Vendemmia 2016, Coldiretti: "Anno promettente in Abruzzo"

Secondo le prime stime, con molta probabilità la produzione nel 2016 sarà leggermente superiore a quella dello scorso anno

La raccolta è appena iniziata per le varietà precoci (chardonnay, pinot), mentre le operazioni vendemmiali dovrebbero partire la prossima settimana per il resto dei bianchi e a metà settembre per alcune varietà di rossi come il Merlot, per il Montepulciano si dovrà aspettare la fine di settembre ma le condizioni attuali fanno ben sperare una buona annata per quanto riguarda la vendemmia abruzzese.

Secondo le prime stime di Coldiretti, si può ben prevedere una produzione in linea con lo scorso anno, con molta probabilità leggermente superiore con buona pace delle 18mila aziende vitivinicole attive e sempre a più alta specializzazione su una superficie agricola complessiva di oltre 32mila ettari di vigneto specializzato (di cui circa 3.600 a biologico) tanto che l’Abruzzo può considerarsi oggi tra le regioni in cui il vino – con particolare riferimento al Montepulciano - ha saputo imporsi fino a diventarne l’immagine di riferimento, con una filiera che costituisce il principale comparto agricolo regionale (21% dell’intera PLV, la più elevata incidenza tra le regioni italiane) e una produzione media di vino rappresentata dal 70% di vini rossi e da un restante 30% di bianchi.

Negli ultimi anni, evidenzia Coldiretti Abruzzo, si è registrato un vero e proprio boom dell’export con cantine che commercializzano direttamente anche fuori Italia e organizzano iniziative di degustazione per attirare un sempre maggior numero di clienti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendemmia 2016, Coldiretti: "Anno promettente in Abruzzo"

ChietiToday è in caricamento