rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Green Lanciano

Trattamento dei rifiuti: il progetto della EcoLan si classifica al 16° posto in Italia

La società partecipata dai Comuni ha buone probabilità di ottenere il finanziamento del ministero della Transizione ecologica. La raccolta differenziata raggiunge una media di oltre l'80%

Il Dipartimento dello sviluppo sostenibile del ministero della Transizione Ecologica ha approvato la graduatoria provvisoria dei progetti presentati per la realizzazione di impianti di trattamento e riciclo dei rifiuti, a valere sui fondi del Pnrr – misura M2C1.1.I1.1 – Linea B. L’ammontare complessivo dell’investimento è pari a 1,5 miliardi di euro, di cui 450 milioni per la Linea B e il 60% delle risorse complessive - pari a euro 270.000.000 – da destinarsi alle Regioni del centro e del sud Italia.

La proposta presentata dalla EcoLan spa, con la partecipazione di tutti i Comuni soci, i quali hanno sottoscritto un accordo di programma, si è posizionata sedicesima in Italia e tredicesima tra le regioni del centro e sud Italia, con un punteggio di 72.80. Il progetto prevede la realizzazione di un impianto di digestione anaerobica con produzione di biogas, successivamente raffinato in biometano; l’intervento sarà finanziato con un contributo a fondo perduto di circa 14 milioni di euro.

Il potenziamento e l’ammodernamento dell’impianto Forsu è di vitale importanza per i Comuni soci della EcoLan, in quanto è finalizzato alla chiusura del ciclo integrato della frazione organica dei rifiuti solidi urbani, nel pieno rispetto degli obiettivi fissati in materia di economia circolare dall’Unione Europea e dalla legge regionale del 30 dicembre 2020 n. 45 'Norme a sostegno dell'economia circolare e di gestione sostenibile dei rifiuti'.

“La realizzazione dell’impianto – dichiara il direttore generale Massimo Ranieri - permetterà alla EcoLan di assumere un ruolo centrale nella soluzione della problematica della carenza impiantistica nonché nell’ammodernamento degli impianti di trattamento esistenti, creando un polo impiantistico all’avanguardia nel cosiddetto Parco della transizione ecologica, in località Bel Luogo di Lanciano, senza pari nella regione Abruzzo. Soprattutto in questo momento storico - continua Ranieri - la possibilità di poter provvedere attraverso il ciclo integrato dei rifiuti alla creazione di fonti di energia di valenza strategica come il gas, valorizza una società con totale capitale pubblico come la nostra. Il risultato ci rende orgogliosi anche per il riconoscimento della qualità del progetto presentato, tale da far posizionare la EcoLan al sedicesimo posto nella graduatoria nazionale, con una differenza di pochi punti dal primo classificato. Di vitale importanza è stato, come sempre, il sostegno dei Comuni soci e dei sindaci che hanno sin dal principio creduto nel progetto che permetterà di rafforzare le politiche locali nella realizzazione di infrastrutture per la creazione di filiere circolari”.

Con grande soddisfazione sono stati condivisi i dati della raccolta differenziata al 31 agosto nel bacino della EcoLan, i quali evidenziano una media di oltre l’80%. Il dato mostra un livello ben oltre la media nazionale che si attesta attorno al 62.9% con picchi in regioni come il Veneto del 75%.

È stata presentata la customer satisfaction per l’anno 2022 in cui si evidenzia un aumento del grado di soddisfazione dal 97,8% dell’anno 2021 al 98,2%; per quanto riguarda gli aspetti tecnici - pulizia, orari e frequenza - il gradimento sale al 97,9%.

La EcoLan è stata inoltre ammessa, nell’ambito del bando Anci-Coreve per lo sviluppo della raccolta differenziata del vetro, all’erogazione di un contributo di 75.572 euro. La somma verrà utilizzata per l’acquisto di nuovi mastelli e carrellati da distribuire nel territorio dei Comuni soci.

È online il nuovo sito con un nuovo design e nuove funzionalità. In particolare, sarà possibile nell’area 'Servizi in primo piano' avere informazioni a portata di click sui calendari della raccolta per tutti i Comuni soci, sulle regole per una corretta raccolta differenziata, il ritiro degli ingombranti e dei Raee.

L’associazione culturale Teatro del Sangro e la EcoLan hanno avviato un progetto per la realizzazione di una campagna di comunicazione ambientale dal titolo 'Ecologia del profondo - due spettacoli teatrali per le nuove generazioni'. La campagna prevede la presentazione di due spettacoli teatrali, 'Nubifragio' e 'Pulcinella e il nubifragio', nei comuni di Lanciano, Atessa, Guardiagrele, Casoli e Casalbordino, così da poter coinvolgere il maggior numero di studenti facenti parte del bacino dei Comuni soci della EcoLan. Agli spettacoli parteciperà anche Autilia Ranieri, attrice cinematografica molto conosciuta a livello nazionale, protagonista della serie Gomorra e del film Martin Eden.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trattamento dei rifiuti: il progetto della EcoLan si classifica al 16° posto in Italia

ChietiToday è in caricamento