rotate-mobile
Green

Taglio di alberi in città, il Wwf: "Rimasta senza risposta la lettera inviata al Comune"

Lo scorso 27 novembre l'associazione aveva chiesto al Comune di Chieti un incontro pubblico sui tanti alberi che si stanno tagliando in varie zone della città: "Persa un'occasione per dimostrare trasparenza e vicinanza ai cittadini"

Cittadini allarmati e spesso indignati per il taglio di alberi in varie parti della città, le ultime da viale Unità d’Italia e strade limitrofe, continuano a contatare il Wwf. Sull'argomento l'associazione aveva scritto il 27 novembre scorso al sindaco Umberto Di Primio e ai responsabili del verde pubblico, l’assessore Raffaele Di Felice e il funzionario Salvatore Colacito, per chiedere all’amministrazione comunale “di organizzare un incontro pubblico per illustrare, ai numerosi cittadini che chiedono informazioni sugli alberi di cui è previsto l’abbattimento, le motivazioni di tale scelta”.

Quella lettera, sino alle 16 di oggi, non ha avuto alcuna risposta, secondo quanto fa sapere il Wwf. “È stata persa una occasione – l’amaro commento dell'associazione – per dimostrare trasparenza nella gestione della cosa pubblica e vicinanza ai cittadini. Si farebbe ancora in tempo a rimediare, sospendendo però i tagli: un confronto pubblico con gli abbattimenti in corso avrebbe soltanto il sapore di una presa in giro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglio di alberi in città, il Wwf: "Rimasta senza risposta la lettera inviata al Comune"

ChietiToday è in caricamento