menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno degli appuntamenti precedenti

Uno degli appuntamenti precedenti

Il tour Ripuliamo le spiagge fa tappa a San Salvo e cerca volontari per raccogliere rifiuti

Si tratta dell'iniziativa con cui, in 60 località italiane, Gruppo VéGé e Legambiente mirano a liberare dall'immondizia il litorale

C'è anche la spiaggia di San Salvo Marina (Giardino Botanico) fra le 60 località italiane che Gruppo Ve?Ge? e Legambiente mirano a ripulire dai rifiuti. L'appuntamento per i volontari dallo spirito green è per lunedì 14 ottobre: per partecipare attivamente basta iscriversi sul sito dell'iniziativa, dove verranno forniti tutti i dettagli. 

La tappa di San Salvo, che si svolgerà in contemporanea con Pescara, dove la scelta è caduta sulla spiaggia della Madonnina, è uno degli appuntamenti con cui, fino al 17 ottobre, l'iniziativa Ripuliamo le spiagge mira a rendere migliore il nostro Belpaese. 

L'inquinamento è un'emergenza sempre più drammatica: i dati diffusi da Legambiente parlano di 968 rifiuti ogni 100 metri lineari di spiaggia, di cui l’81% rappresentato dalla plastica, soprattutto usa e getta. Sulle 93 spiagge monitorate, sono state trovate 34 stoviglie ogni 100 metri di spiaggia (tra piatti, bicchieri, posate e cannucce) e raccolte oltre 10.000 tra bottiglie e contenitori di plastica per bevande, inclusi i tappi. Numeri che raccontano l’importanza della lotta all’utilizzo e alla dispersione nell’ambiente della plastica monouso. Ed è in questa ottica che nasce il progetto “Ripuliamo le spiagge”.

L’iniziativa e? rivolta non solo ai dipendenti di Gruppo Ve?Ge?, cooperativa della grande distribuzione, ma anche ai cittadini che volessero contribuire a ripulire 60 arenili da tonnellate di rifiuti ed evitare che entrino in mare. All’interno dei punti vendita delle imprese socie del Gruppo, infatti, i clienti saranno invitati a partecipare alla pulizia di una spiaggia sul loro territorio.

Oltre a scendere in prima linea, il gruppo si è impegnato concretamente alla riduzione della plastica, "accelerando i tempi della programmata rimozione dagli scaffali delle stoviglie usa-e-getta, dismettendo definitivamente tutte le stoviglie in plastica monouso entro il 30 giugno 2020, quindi in netto anticipo rispetto all’entrata in vigore della legge che impone la loro rimozione dagli scaffali nel 2021”, spiega l'amministratore delegato Giorgio Santambrogio.

“Il coinvolgimento dei cittadini e dei consumatori e? un passo fondamentale nel contrasto all’emergenza mondiale dei rifiuti in mare - dichiara Stefano Ciafani, presidente di Legambiente. "Grazie a campagne di pulizia come questa, tutti possono fare un gesto concreto per l’ambiente. Al contempo - aggiunge - l’obiettivo e? quello di prevenire l’arrivo dei rifiuti in mare e sulle spiagge, cambiando i nostri stili di vita e di consumo, quotidianamente. Il protagonismo e la responsabilita? dei cittadini, insieme alle politiche dei governi nazionale e locali, delle imprese e dell’industria possono fare davvero la differenza nel ridurre i rifiuti, gestirli correttamente con l’economia circolare e arginare un fenomeno devastante per l’ecosistema marino, i suoi abitanti e l’economia del turismo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento