rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Green Quadri

Riciclo della plastica: 100 alunni dell'istituto Croce di Quadri premiati con libri di favole

Il progetto di educazione ambientale "Se ricicli ti premio" di Ecolan ha fatto tappa a quadri, coinvolgendo anche alunni dei plessi di Pizzoferrato e Villa Santa Maria: in cambio di una bottiglietta di plastica, i bambini hanno ricevuto un libro in regalo

“Basta sprecare, è l’ora di riciclare. Tu la Terra non devi rovinare”. Le bambine e i bambini della primaria dell’istituto comprensivo 'Benedetto Croce' di Quadri lo dicono anche in versi, composti in occasione del progetto di educazione ambientale 'Se ricicli ti premio'.

L’iniziativa di Ecolan, dopo Lanciano, ha fatto tappa a Quadri, coinvolgendo un centinaio di piccoli alunni provenienti anche dai plessi di Pizzoferrato e Villa Santa Maria. In cambio di una bottiglietta di plastica, ogni bambino e ogni bambina hanno ricevuto come premio un libro di favole, dal Gatto con gli stivali a Riccioli d’oro e i tre orsi, dal Giro del mondo in 80 giorni ai Viaggi di Gulliver, da Pinocchio alla Volpe e l’uva.

Felici per la giornata di festa che li ha visti protagonisti, i bambini e le bambine hanno illustrato al presidente di Ecolan, Massimo Ranieri, i lavori realizzati. Riuniti in gruppi, c’è chi ha fatto un plastico sulla città ideale e chi sulle civiltà antiche dei fiumi; chi ha realizzato l’albero della vita con fiori ricavati da bicchieri di plastica riciclati; chi ha costruito salvadanai e portafiori con carta e cartoni da recupero. E ancora brevi componimenti poetici aventi per tema il rispetto dell’ambiente e il valore del riciclo. “I bambini hanno fatto bei lavori e ci hanno anche spiegato come li hanno realizzati”, commenta il presidente Ranieri, a margine della manifestazione.

A Quadri è installato un raccoglitore mangia-plastica che distingue il Pet delle bottiglie dalle altre plastiche. Il dispositivo si attiva con un QR-code, ogni plesso dell’Ic “B. Croce” ne ha uno. “Differenziare le plastiche ci aiuta a ottenere un maggior ricavo dalla vendita del materiale riciclato, con cui mitighiamo i costi di lavorazione, soprattutto di energia, che alla fine ricadono sui comuni soci - spiega il presidente Ranieri - Per il conferimento della bottiglia in Pet è importante che non venga rimossa l’etichetta, con il codice a barre, in quanto è una sorta di carta di identità del materiale che viene differenziato e che ne attesta la qualità”.

Il progetto, nato da un’idea di Telemax e dell’associazione Amelie, ha visto una prima parte teorica, sviluppata con lezioni in aula sul tema del riciclo, con l’ingegner Letizia Finamore di Ecolan. I bambini e le bambine dell’Ic di Quadri sono stati coordinati dalle maestre: per Quadri, Lorenza Desideri, responsabile di plesso, con Maria Pia Ciccarelli, Tania Marchetti, Dora Di Biase e Maria Marcone; per Pizzoferrato, Silvana Tarantini, Barbara Cecchini, Milena Pasquarelli e Maria Ragnelli; per Villa Santa Maria, Pina Teti, Giovanna Bonanno, Miriana Fofi e Giuseppina Fagnilli. All’iniziativa hanno partecipato anche i sindaci di Quadri, Assunta Fagnilli, e di Villa Santa Maria, Pino Finamore, presidente del comitato unitario del controllo analogo Ecolan.

Il raccoglitore mangia-plastica di Quadri-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riciclo della plastica: 100 alunni dell'istituto Croce di Quadri premiati con libri di favole

ChietiToday è in caricamento