menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Guardiagrele la prima aula verde del parco per studiare la scienza sul campo

Si tratta del primo “presidio” del Parco interno ad una scuola, che si concentrerà principalmente sull’esame della qualità dell’aria, dell’acqua e della biodiversità grazie ad uscite e alla successiva analisi dei dati

All'istituto comprensivo Nicola da Guardiagrele arriva la prima "Aula verde del Parco". L'aula sarà inaugurata mercoledì (21 dicembre), alle ore 11, nella scuola di Guardiagrele. 

L'iniziativa è stata voluta e sostenuta dal Parco Nazionale della Majella, attraverso un bando del 2015, dedicato alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Il progetto migliore è stato giudicato MajelLab, presentato dall'istituto compresnivo guardiese, dove l’aula è stata già allestita e avviata grazie anche alla preziosa collaborazione del Cea “Il Grande Faggio” di Pretoro.

Si tratta del primo “presidio” del Parco interno ad una scuola, che si concentrerà principalmente sull’esame della qualità dell’aria, dell’acqua e della biodiversità grazie ad uscite e alla successiva analisi dei dati. Un vero laboratorio naturalistico in cui la scienza si studia e si fa sul campo, come spiega la coordinatrice del progetto, Filomena Ricci: “Ora abbiamo una spazio dedicato che si discosta un po’ dalla classica didattica. Grazie all'Aula Verde del Parco, infatti, la scienza si fa sperimentale e, avvalendoci di varie isole di apprendimento, il percorso di conoscenza diventa un momento di condivisione e cooperazione. Questa è solo la partenza - aggiunge - il laboratorio dovrà camminare da solo e arricchirsi sempre più di dati e reperti”. L'auspicio è che l’aula verde possa trasformarsi nel tempo in una vera stazione di monitoraggio che, come riportato sul bando, sia anche al servizio di altre scuole del territorio.

Si rafforza, così, il rapporto del Parco Nazionale della Majella con le scuole, al fine di promuovere il coinvolgimento delle nuove generazioni per la conoscenza del territorio, dell’ambiente, dei suoi abitanti e più in generale nell’azione di conservazione. Nel nuovo anno, infatti, sarà pubblicato il bando sulla fauna del Parco “A.A.A. Cercasi fumettisti, narratori e reporter” aperto alle scuole primarie e secondarie della regione Abruzzo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento