Educazione alla montagna, convenzione tra il parco nazionale della Majella e il Soccorso alpino e speleologico Abruzzo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

L’Ente Parco Nazionale della Majella ha sottoscritto stamane una Convenzione con il Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo che nasce dalle comuni finalità in tema di studio, protezione, salvaguardia, sviluppo e fruizione delle risorse naturali, e dalla condivisa sensibilità e necessità di educare alla montagna, anche attraverso azioni di informazione e formazione degli escursionisti e visitatori del Parco. La Convenzione garantirà al territorio l’esperienza dei soccorritori anche nella prevenzione, nella consapevolezza che la fragilità intrinseca delle zone di montagna e la necessità di una loro attenta e informata frequentazione, vista quale fattore di sviluppo, rendono necessario l’apporto di tutte quelle componenti della società che vivono l’area protetta nei suoi vari aspetti, ivi compresi lo studio, la conoscenza del territorio e l’educazione permanente dei cittadini, presupposti essenziali per un’adeguata e mirata gestione di questa particolare risorsa naturale, nonché di tutti gli aspetti legati alle attività di soccorso in montagna, in ambiente ostile e impervio. Presenti alla sottoscrizione della convenzione il Presidente dell’Ente Parco della Majella Lucio Zazzara, il Direttore del Parco Luciano Di Martino, Daniele Perilli, Presidente del Soccorso Alpino e Speleologico Abruzzo, e Gaetano Falcone, Presidente del Club Alpino Italiano Gruppo Abruzzo. Inoltre sono intervenuti i Sindaci dei Comuni del Parco e i rappresentanti dei raggruppamenti Carabinieri Parchi e Biodiversità.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento