menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Approvata la legge nazionale sulla mobilità ciclistica, Fiab: "Ora si lavori per un Abruzzo realmente a misura di bicicletta"

Grande la soddisfazione delle oltre 130 associazioni che aderiscono alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta

E' stata approvata definitivamente in Senato la legge quadro sulla mobilità ciclistica e la FIAB, promotrice della norma, esulta.

In Abruzzo il Coordinamento FIAB Abruzzo-Molise ricorda che la normativa nazionale si è ispirata anche alla Legge regionale n. 8/2013, approvata ormai da più di quattro anni ma mai resa operativa.

E' grande la soddisfazione delle oltre 130 associazioni che aderiscono alla FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta, per l'approvazione della legge nazionale quadro sulla mobilità ciclistica.

"Finalmente l'uso della bicicletta per gli spostamenti quotidiani, per lo svago e per il turismo viene riconosciuto con pari dignità rispetto alle altre modalità di trasporto, e vengono stanziati fondi per l'infrastrutturazione dell'intero Paese.

Il Coordinamento FIAB Abruzzo-Molise, che rappresenta 14 tra associazioni e sezioni locali, si unisce alla gioia di quanti hanno lavorato, in questi anni, per raggiungere l'obiettivo di una legge nazionale, e ricorda che l'Abruzzo è dotato, dall'aprile 2013, di una sua legge sulla mobilità ciclistica, in gran parte ripresa nel testo nazionale.

Occorre subito - dichiara il Coordinamento - applicare la legge regionale e recepire quella nazionale, per un Abruzzo realmente a misura di bicicletta".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento