menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marinucci chiede tanti sì contro le trivelle

Il sindaco di San Giovanni Teatino contro la deriva petrolifera ed invita i cittadini a votare numerosi per il referendum del 17 aprile prossimo

"Voto SI per impedire che il nostro amato mare venga violentato da trivelle petrolifere". Il sindaco di San Giovanni Teatino Luciano Marinucci si schiera contro la deriva petrolifera del mare Adriatico ed esorta i suoi concittadini ad essere numerosi alle urne il prossimo 17 aprile.

"Il quorum per la validità del referendum sarà difficile da raggiungere, ma confido nella sensibilità e nella coscienza degli italiani. Ai miei concittadini chiedo di partecipare numerosi e votare SI, per ribadire ancora una volta la nostra attenzione per l'ambiente e il territorio. Io stesso, a nome della comunità che mi ha eletto, partecipai in fascia tricolore e gonfalone del Comune alla manifestazione di Lanciano lo scorso 23 maggio 2015, per esprimere chiaramente la nostra volontà "

In questi giorni Marinucci sta veicolando l'invito a votare SI con iniziative pubbliche, sul sito e il profilo facebook del Comune, di Progetto Comune e suo personale. "Rispetto all'appuntamento referendario di domenica 17 aprile - dichiara Marinucci - sostengo  la necessità di due sì: il primo è una prerogativa di ogni comune, ovvero favorire la partecipazione democratica sulle scelte che determinano il futuro di un territorio. Come sindaco di San Giovanni Teatino affermo anche la necessità che ci si esprima con un sì contro le trivelle e per uno sviluppo sostenibile dell’economia dell'Abruzzo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento