life

Giustizia sociale chiede di realizzare orti urbani anche a Chieti

Con una mozione presentata dal capogruppo Di Paolo, il gruppo consiliare sottolinea i vantaggi di aree verdi da destinare gratuitamente ai cittadini per la coltivazione

Potrebbero arrivare anche a Chieti gli orti urbani, porzione di aree verdi pubbliche messe a disposizione dei cittadini per coltivazioni di vario tipo. Il consigliere di Giustizia sociale Burno Di Paolo ha presentato una mozione, che verrà presto discussa in consiglio comunale, per invitare sindaco e giunta ad attivare un’iniziativa a cui hanno già aderito diversi comuni della provincia di Chieti, da Lanciano a San Giovanni Teatino

L’obiettivo primario è il contenimento del degrado ambientale: le aree da destinare a orti urbani sarebbero infatti zone abbandonate e incolte. Ma c’è di più, come spiega il responsabile delle attività sportive e sociali Michele di Paolo: “Non solo, la creazione di orti urbani rappresenterebbe da un lato un’ importante risposta alla necessità di socializzazione da  parte  delle  persone anziane, dall’altro un’ attività per i giovani e quindi il loro impegno costruttivo del tempo libero”.

In più l’iniziativa potrebbe allargarsi, con la creazione di orti urbani di case circondariali, per il reinserimento nel mondo del lavoro dei detenuti, o quelli delle scuole, da destinare ad attività didattica ecologica per gli studenti, o dedicati agli anziani. In più, esiste anche la cosiddetta “ortoterapia”, attività di giardinaggio e orticoltura a supporto di programmi riabilitativi per pazienti diversamente abili.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giustizia sociale chiede di realizzare orti urbani anche a Chieti

ChietiToday è in caricamento