menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Lanciano la nuova scuola dell'infanzia antisismica e a energia "green"

Ospiterà 90 bambini dai 3 ai 6 anni, sarà di legno, senza barriere architettoniche, dotata di pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia per 15kw, che verrà immessa in rete per compensare la spesa energetica della struttura

Ospiterà 90 bambini dai 3 ai 6 anni la nuova scuola dell’infanzia che verrà realizzata a Lanciano, nei pressi della elementare Rocco Carabba, vicino al parcheggio del palazzetto dello sport. Il progetto esecutivo, approvato pochi giorni fa e presentato stamani in una conferenza stampa, prevede una struttura in legno, antisismica e su un unico piano, dunque senza barriere architettoniche, con circa 630 metri quadrati calpestabili, in grado di produrre energia. 

La scuola sorgerà su un terreno di proprietà comunale, tra la Carabba - dove sono da poco conclusi i lavori di miglioramento sismico per 800mila euro - e via Decorati al Valor militare. 

I lavori, che dovrebbero iniziare già nel prossimo mese di giugno e durare in tutto 14 mesi, costeranno alle casse comunali poco più di 1 milione di euro. Il primo lotto di lavori ammonta a 900mila euro e verrà assegnato in base al criterio dell’offerta migliorativa, non solo al massimo ribasso economico. Il secondo lotto, sui 180mila euro, servirà a completare le opere accessorie, come l’arredo del giardino con i giochi, la recinzione, il sistema di allarme. A febbraio la Centrale Unica di Committenza pubblicherà il bando dell'appalto del primo lotto.

La scuola ospiterà tre classi, per le tre fasce di età della scuola dell’infanzia, ospitate in tre aule da 66 metri quadrati l’una, con servizi igienici riservati per ciascuna, spazi riservati agli insegnanti, una piazza più ampia dove saranno svolte le attività comuni e un refettorio. La struttura avrà un riscaldamento a pavimento.  

Il progetto, redatto dallo Studio Ucci Architetti di Lanciano, ha recepito gli indirizzi dell'amministrazione sul materiale di costruzione, il legno, e l'eco-sostenibilità della struttura: la scuola verrà disposta in modo da massimizzare l'apporto della luce naturale, con ampie vetrate e infissi in grado di regolare il flusso di luce e calore. 

All'interno verrà realizzato uno spazio di 16 metri quadrati, denominato “giardino”, con alberi e verde, che sarà delimitato da ampie vetrate su tre lati per illuminare l'area centrale interna della scuola, dove si trova l'area denominata “piazza” nel progetto. 

Il tetto, in struttura micro metallica con cappotto termico di lana di roccia da 14 centimetri, ospiterà pannelli fotovoltaici in grado di produrre energia per 15kw, che verrà immessa in rete per compensare la spesa energetica della struttura. L'edificio poggerà su pilastri e telai di legno lamellare che verranno rivestiti completamente di un cappotto termico di 8 centimetri in lana di roccia. 

La strada di accesso pedonale sarà in lieve pendenza, non superiore comunque all'8% per l'accessibilità a tutti, collegata all'ampio parcheggio del piazzale del Palazzetto dello Sport. 

Se verranno rispettati i tempi annunciati dal sindaco Mario Pupillo e dall’assessore ai Lavori pubblici e alla Pubblica istruzione Giacinto Verna, la nuova scuola dell’infanzia sarà a disposizione dei bambini lancianesi già dall’anno scolastico 2019/2020. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento