rotate-mobile
life

A Chieti la raccolta differenziata si fa con Junker, l’app che riconosce tutti i rifiuti e aiuta a valorizzarli

Uno strumento per dissipare dubbi o incertezze sul corretto conferimento dei rifiuti differenziati

A Chieti la raccolta differenziata si digitalizza con Junker, l’app che riconosce tutti i rifiuti e aiuta a valorizzarli. Costantemente aggiornata con i calendari della raccolta, le giornate dello spazzamento stradale e molto altro permette, come già in altre località d'Italia, di dissipare dubbi o incertezze sul corretto conferimento dei rifiuti differenziati. 

I dettagli dell’iniziativa sono stati illustrati in conferenza stampa dall’assessora all’Ambiente e alla Transizione ecologica Chiara Zappalorto e da Nicola della Corina, responsabile regionale di Formula Ambiente.

"Da oggi a Chieti è attivo e funzionante un sistema facile, gratuito e immediato per supportare i cittadini nel corretto conferimento - ha esordito Zappalorto - , il Comune di Chieti ha deciso di dotarsi della app gratuita, già presente in più di duemila comuni italiani, per fornire ai cittadini una guida chiara e attendibile per differenziare senza errori. La nostra città sta cambiando e lo sta facendo in meglio, lo strumento di cui ci dotiamo oggi è un nuovo supporto per il bene pubblico e il decoro della nostra bella città, dove si può sapere come e quando differenziare, ma anche avere cognizione degli altri servizi, come lo spazzamento stradale: nell’app basterà inserire l’indirizzo per scoprire tipo e tempi di pulizia”.

"L'app Junker è un supporto che utilizziamo con successo in molte città in cui Formula Ambiente lavora - ha detto Nicola della Corina di Formula Ambiente - È un modo in più, per noi, per stare in contatto con i cittadini. Da oggi molti dubbi dei cittadini sul corretto conferimento dei rifiuti possono trovare immediate risposte nella app, noi però come sempre siamo a disposizione per ogni dubbio".

Riconosce i rifiuti dal codice a barre

Grazie a un database interno di oltre 1 milione e 800 mila prodotti, Junker riconosce gli imballaggi dal loro codice a barre. Basta inquadrare il codice a barre con la fotocamera dello smartphone o, in alternativa, scattare una foto al prodotto, per sapere in tempo reale di quali materiali è composto e come va conferito. E, siccome le regole per la differenziata non sono uguali in tutta Italia, Junker app - grazie alla geolocalizzazione - è in grado di personalizzare le informazioni in base al territorio in cui si trova l’utente. Utile a casa, quindi, per evitare multe, ma anche quando ci si sposta in un altro Comune per lavoro o vacanza.

Calendari, quiz e mappe

Il riconoscimento degli imballaggi è solo uno dei tanti servizi di Junker, che riunisce in un’unica piattaforma tanti diversi strumenti. Al suo interno i cittadini troveranno infatti i calendari sempre aggiornati dei ritiri, con la possibilità di attivare le notifiche, che ogni sera ricordino la raccolta del giorno dopo. E ancora quiz per imparare sì a differenziare, ma anche a ridurre i propri rifiuti, e mappe di tutti i punti di raccolta e le buone pratiche di economia circolare presenti sul territorio. Grazie a Junker, avranno inoltre la possibilità di ricevere messaggi diretti dall’amministrazione comunale in merito ad avvisi, iniziative, interruzioni o cambiamenti nei servizi pubblici.

A Chieti è stato infine attivato uno specifico servizio per tenere sempre aggiornati i cittadini sul calendario dello spazzamento stradale: gli utenti possono cercare e anche salvare tra i preferiti i nomi delle vie di loro interesse, per avere sempre a portata di mano giorni e orari in cui viene effettuato lo spazzamento ed evitare il rischio di rimozione auto. 

Accessibile a tutti

L’app Junker garantisce i più alti standard di usabilità. È infatti accessibile anche a non vedenti e ipovedenti e risulta facilmente fruibile anche dagli utenti anziani. Tutte le informazioni sono tradotte in 12 lingue: in questo modo turisti e lavoratori stranieri sono messi in condizione di svolgere una raccolta differenziata perfetta, al pari dei residenti permanenti.

“Negli ultimi anni l’Italia, nel suo complesso, ha fatto passi da gigante sulla raccolta differenziata – ha sottolineato Noemi De Santis, responsabile comunicazione di Junker app - tuttavia solo una parte delle frazioni raccolte viene avviata a riciclo. Per colmare questo gap, c’è bisogno di garantire una raccolta differenziata di alta qualità. Questo obiettivo può essere raggiunto solo coinvolgendo maggiormente i cittadini e favorendo lo scambio di informazioni attendibili, sempre aggiornate e di facile accesso. È proprio questo il valore aggiunto di Junker app ed è la ragione per la quale è stata scelta come partner tecnologico da 1 Comune italiano su 4”.


 

 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chieti la raccolta differenziata si fa con Junker, l’app che riconosce tutti i rifiuti e aiuta a valorizzarli

ChietiToday è in caricamento