menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Area metropolitana, intelligenza artificiale per misurare l'inquinamento

Due cittadini di San Giovanni Teatino hanno progettato un sistema di monitoraggio costante e diffuso dei livelli di inquinamento ambientale, acustico e elettromagnetico, nei comuni di San Giovanni Teatino, Chieti, Pescara e Spoltore

Sono due cittadini di San Giovanni Teatino, un fisico dell'Università ed esperto in intelligenze artificiali, l'altro semplice appassionato, ad avere elaborato un innovativo progetto di monitoraggio ambientale dell'area metropolitana Chieti/Pescara

Il modello è stato illustrato ai sindaci di San Giovanni Teatino, Luciano Marinucci, e Chieti, Umberto Di Primio, e agli assessori Massimiliano Bronzino Cesario e Alessandro Bevilacqua.

"L'idea - spiegano  - è nata leggendo la relazione del professor Cecconi, l'esperto che ha studiato l'impatto sul territorio di Sambuceto del cavidotto Terna. Sarebbe stato opportuno un rilevamento costante dei livelli di elettrosmog. Abbiamo così elaborato un sistema paline/totem proprio con questa funzione. Il sistema progettato consentiva anche il rilevamento dei livelli di inquinamento acustico e, soprattutto, inquinamento atmosferico (PM10 e PM2,5). Non solo, il sistema di paline/totem può essere diffuso in tutta la zona industriale che unisce almeno quattro comuni (Chieti, Pescara, San Giovanni Teatino e Spoltore). I dati raccolti (ogni 15 o 30 minuti), vengono elaborati dall'intelligenza artificiale di un "cervello principale" che in tempo reale, segnalerà  luogo di origine, durata e ripetersi di eventuali criticità ambientali (polveri sottili, elettrosmog o acustico). Il 'bollettino' sarà valutato dalle singole amministrazioni per adottare opportuni provvedimenti".

Il progetto è a buon punto e per decollare necessita innanzitutto di risorse. Ci sono quelle europee finalizzate proprio a questo scopo. Il progetto però deve essere di network, ovvero coinvolgere più città, meglio se di diversi paesi europei.

"Trovo il progetto valido e interessante anche  per altre comunità. Intanto con i quattro comuni dell'area metropolitana che hanno già manifestato interesse, si è a buon punto" ha spiegato Massimo Bello dello staff della vicepresidenza del Parlamento Europeo coinvolto nell'incontro di San Giovanni Teatino dall'assessore all'ambiente di Chieti, Alessandro Bevilacqua.

Per la certificazione del sistema e quindi dare validità ai dati rilevati ed elaborati, sempre Bevilacqua ha interessato Francesco Baldoni, verificatore Emas, che con attenzione ha seguito tutti i passaggi dell'illustrazione di Piero Chiacchiaretta (uno dei due cittadini), fisico del dipartimento di Neuroscienze ed Imaging dell'Università D'Annunzio.

"Sono favorevolmente colpito dal progetto presentato dai cittadini, perchè è utile per monitorare efficacemente i livelli d'inquinamento. - spiega il sindaco Luciano Marinucci - favorisce e stimola azioni sinergiche tra le amministrazioni dell'area metropolitana. Mi piace pensare che nel mio comune ci siano cittadini responsabili e partecipi della vita pubblica". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento