A Fara F. Petri le stalle aprono ai visitatori: l’allevamento tradizionale e rispettoso dell’ambiente

Con l'associazione Chietinstrada alla scoperta della vera vita dell’allevatore

Con il patrocinio del Comune di Fara Filiorum Petri, l’associazione culturale Chietinstrada ha organizzato sabato scorso la prima edizione dell’iniziativa “Dalle stalle alle stelle”. Una manifestazione che, ribaltando un famoso detto popolare, ha inteso aprire il sipario su un mondo poco conosciuto, quello dell’allevamento tradizionale presentando una zootecnia moderna, rispettosa dell’ambiente, attenta al benessere degli animali e allo stesso tempo in grado di garantire qualità ed eccellenti produzioni.

 Durante la serata sono state prima illustrate le fasi d’allevamento, dalla riproduzione alla mungitura, dalla scelta della razza alla rimonta interna, per passare poi alla fase attuativa, concreta, della trasformazione del latte, produzione primaria, in alimento attraverso la caseificazione in totale sicurezza e salubrità igienico-sanitaria.

Tante le domande e le curiosità degli ospiti a cui hanno cercato di dare risposta il dottor Giovanni Di Paolo, medico veterinario e presidente di Chietinstrada e Giampietro De Vitis, giovane e vulcanico allevatore, titolare della Fattoria del Nonno che ha ospitato la performance. Si è cercato di fugare qualche dubbio, tanti luoghi comuni e di far conoscere la dura ma vera vita dell’allevatore che, con il proprio impegno costante tutti i giorni e tutto l’anno, produce e mette a disposizione di buongustai ed intenditori gli amabili e squisiti prodotti caprini.

 

Ghiotti formaggi, polpette e salami di capra, novità e curiosità per tutti i palati, tra cui yogurt e gelato di latte caprino, offerti in dosi assai generose e ripetute allo straripante pubblico presente, sono stati accompagnati da alcuni presidi Slow Food come la cipolla bianca di Fara, il peperone rosso di Altino e la superba ventricina di Carunchio. A corollario, ottimo vino biologico di piccole cantine del territorio ed una selezione di mieli biologici a km zero.

La serata si è conclusa con l’osservazione del cielo, alla ricerca di pianeti, galassie, costellazioni, satelliti e stelle con i divulgatori dell’associazione Astrofili Teatini.

 

Potrebbe interessarti

  • Si cerca uomo scomparso questa mattina a Chieti

  • Voglia notturna di cornetto? Ecco le cornetterie aperte a Chieti

  • Ragno violino: cosa fare in caso di attacco

  • Roccamontepiano, la festa di San Rocco: tra culto e tradizione

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, morti i due ragazzi dispersi in zona Foro

  • Oggi l'ultimo saluto ad Alessandro e Federico, i fratellini annegati a Ferragosto

  • È morta Nadia Toffa, amica di Chieti e dell'Abruzzo

  • Più di 20 mila posti di lavoro in Abruzzo: per un terzo si cercano figure introvabili

  • L'auto si sfrena e rischia di travolgere i visitatori del mercatino, ma una giovane coraggio la blocca

  • Ortona, due ragazzi dispersi in mare nella zona del Foro

Torna su
ChietiToday è in caricamento