menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chieti, verde urbano: al via le nuove piantumazioni

Gli interventi programmati servono a sostituire numerosi alberi eliminati in quanto la loro instabilità costituiva pericolo per la pubblica incolumità. La ditta affidataria è la Gardenia Sas di Chieti

Ha preso il via a Chieti il programma di rimpiazzo delle alberature. Lo annuncia l’assessore al Verde Pubblico, Raffaele Di Felice, spiegando che gli interventi programmati servono a sostituire numerosi alberi eliminati in quanto la loro instabilità costituiva pericolo per la pubblica incolumità. La ditta affidataria Gardenia Sas di Chieti sta provvedendo alla piantumazione di essenze in diversi punti della città.

«L’attenzione dell’amministrazione Di Primio nei confronti della gestione del territorio – ha spiegato Di Felice – e, in particolar modo, della sicurezza dei cittadini, a volte ci obbliga a sacrificare alberi che, ormai in condizioni di instabilità o perché di intralcio al transito dei pedoni, generano pericolo per la pubblica incolumità. Al contempo, vengono programmati gli interventi per la loro sostituzione. In questi giorni è ripartito il programma di reimpianto di alberature “a riposo” che verranno messi a dimora secondo un calendario di interventi che proseguiranno la settimana prossima».

Gli interventi

In particolare, in Via Ricci sono già state reimpiantate 10 Sophore mentre 10 tigli sono stati messi a dimora in Via Muzii, nel quartiere Levante, e in Via Campobasso. Gli interventi prevedono, nei prossimi giorni, la piantumazione di 10 frassini in via Amiterno e via Capestrano, 4 tigli alla Villa Comunale in sostituzione degli esemplari che si era reso necessario eliminare e 2 platani in Viale Amendola.

«Tale attività – ha concluso l’assessore Di Felice – si inserisce nell’ambito del piano di recupero e riassetto che l’Amministrazione del Sindaco Di Primio ha inteso darsi, ritenendo la valorizzazione del Verde uno dei cardini su cui fondare il miglioramento della qualità di vita dei cittadini e il decoro urbano».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento