menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la firma del protocollo nella Delegazione comunale in p.zza Carafa

la firma del protocollo nella Delegazione comunale in p.zza Carafa

Chieti punta al green: intesa tra Comune e l'associazione Ambiente e/è Vita

Educazione all’ambiente, all’alimentazione, al benessere, all’attività sportiva e alla valorizzazione della cultura locale tra gli obiettivi da voler perseguire

Il Comune di Chieti vuole promuovere l’educazione all’ambiente, all’alimentazione, al benessere, all’attività sportiva e alla valorizzazione della cultura locale nelle scuole e ha ufficializzato la collaborazione con l’associazione Ambiente e/é vita.

Questa mattina la firma del protocollo di intesa presso la delegazione comunale di piazza Carafa  tra il sindaco Umberto Di Primio e Benigno D’Orazio, presidente dell’associazione nata nel 1994 da un’idea di Nino Sospiri e che ha una sede operativa regionale anche a Chieti.

Tra i punti qualificanti del programma di Ambiente e/è Vita Onlus per il quadriennio 2018/2022 vi sonol’introduzione della parola “Ambiente” all’art.9 della Costituzione e la promozione di azioni per la tutela dell’ambiente in un’ottica di sviluppo sostenibile; la gestione delle aree protette con criteri manageriali e meritocratici; sostegno e sviluppo della green economy; introduzione dell’educazione ambientale come materia curriculare nella scuole dell’obbligo; lo  sviluppo del turismo sostenibile secondo i principi della carta europea (CETS); la caratterizzazione ambientale delle concessioni demaniali, sviluppo e sostegno delle benefits company; l’abrogazione della Riforma Madia sul Corpo Forestale dello Stato e tutela/valorizzazione/gestione del patrimonio arboreo nazionale; valorizzazione e promozione dei “contratti di fiume”.

Il Comune di Chieti vuole quindi sostenere queste tematiche e attivare specifici progetti a valere su fondi regionali, statali ed europei, oltre a quelli relativi allo Sviluppo Urbano Sostenibile. L’obiettivo? “Una città più smart, più fruibile, con un trasporto pubblico ecologico, stazioni di bike sharing, piste ciclopedonali e nuove centraline per il rilevamento della qualità dell’aria”. Proprio su tale progetto Di Primio ha chiesto un coinvolgimento attivo dei rappresentanti dell’associazione affinché “l’importanza e la valenza degli interventi, che partiranno nei prossimi mesi, vengano resi percepibili dai cittadini in termini di una migliore qualità ambientale proiettando Chieti tra le città più green d’Italia”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento