Sabato, 25 Settembre 2021
Green

Green Game: ottimo piazzamento in classifica per l’IIS “Luigi di Savoia” di Chieti

L'istituto teatino si è distinto a livello nazionale. Buoni risultati anche per gli studenti dell’omnicomprensivo “Ciampoli - Spaventa” di Atessa e per l’IIS “De Titta - Fermi” di Lanciano.

Si è conclusa mercoledì sorso  l’ottava edizione del Green Game, il progetto didattico dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli imballaggi Cial, Comieco, Corepla, Coreve e Ricrea, con una finalissima nazionale alla quale hanno partecipato 113 istituti secondari di II grado da tutta Italia.

Ottimo piazzamento in classifica per l’IIS “Luigi di Savoia” di Chieti che si è distinto a livello nazionale ottenendo il 5^ posto su 113 Scuole partecipanti. Buoni risultati anche per gli studenti dell’omnicomprensivo “Ciampoli - Spaventa” di Atessa e per l’IIS “De Titta - Fermi” di Lanciano.

Un tour digitale che ha fatto registrare una partecipazione straordinaria da parte delle Scuole: oltre 20mila gli studenti coinvolti in un’edizione fortemente voluta dai Consorzi Nazionali per dare la possibilità ai ragazzi di partecipare in modo innovativo, formativo e soprattutto coinvolgente ad una didattica originale che ha toccato temi di fondamentale importanza come la corretta raccolta differenziata degli imballaggi e la sostenibilità ambientale.

Sul podio: Campioni d’Italia i ragazzi della 2A ind. Grafica dell’Istituto “Vincenzo Moretti” di Roseto degli Abruzzi, al 2^ posto un’altra classe del Moretti la 1 CAT e medaglia di bronzo per la 2E dell’IIS “B. Lotti” di Massa Marittima (GR).

Hanno sostenuto, tifato e incoraggiato i ragazzi durante l’evento, i responsabili dei Consorzi Nazionali: Gennaro Galdo per Cial, Claudia Rossi per Comieco, Monica De Giovanni per Corepla, Massimiliano Avella per Coreve e Roccandrea Iascone per Ricrea e per l’occasione hanno posto direttamente alcune domande agli oltre 2350 finalisti collegati. “La Pandemia che stiamo vivendo ha portato nella vita di noi tutti grandi cambiamenti. Gli studenti e gli insegnanti, in particolare, si sono ritrovati nel giro di pochi giorni a rivedere completamente il loro approccio alla didattica, modificando le relazioni, i programmi didattici e lo studio alle singole materie. In quest’ottica noi Consorzi Nazionali per il Riciclo abbiamo deciso di rendere il nostro progetto Green Game digitale, provando a soddisfare le tante richieste ricevute. Dopo diversi anni in cui l’iniziativa si è svolta nelle scuole e nei teatri di molte regioni italiane, abbiamo voluto essere presenti da remoto provando a lasciare, per quanto possibile, inalterato lo spirito del gioco. Una scommessa che, grazie all’organizzazione di Peaktime, possiamo dire di aver vinto, dato l’alto numero di partecipanti e avendo assistito a sfide avvincenti con ragazzi preparatissimi sui temi del riciclo degli imballaggi in vetro, carta, plastica, acciaio e alluminio”.

Green Game per il valore didattico, etico e formativo è patrocinato dal Ministero della Transizione Ecologica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Green Game: ottimo piazzamento in classifica per l’IIS “Luigi di Savoia” di Chieti

ChietiToday è in caricamento