rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
energia Atessa

Terna installa 27 nuovi dispositivi per il monitoraggio di oltre 60 km di elettrodotti in Abruzzo

Altri 6 elettrodotti si aggiungono alle 6 linee elettriche interessate dalla scorsa installazione, coprendo circa 175 km: interessata anche la linea Casoli-Atessa

Terna installa 27 nuovi dispositivi di monitoraggio lungo oltre 60 km di elettrodotti in Abruzzo.
Il nuovo intervento si aggiunge alle 6 linee elettriche interessate dalla scorsa installazione.

In questo modo prosegue il progetto di digitalizzazione del territorio avviato da Terna nel 2020.

Si tratta dei dispositivi di sensoristica IoT (Internet of Things) che si aggiungono ai più di 30 installati in precedenza. L’opera rientra nell'ambito del piano di digitalizzazione avviato da Terna e ha come scopo quello di garantire un monitoraggio quanto più ampio e capillare della rete elettrica sul territorio. Le nuove installazioni, completate in poco più di 3 mesi, sono state distribuite tra tutte e 4 le province abruzzesi (L’Aquila, Pescara, Chieti, Teramo) e sono dotate di apparecchiature altamente tecnologiche che consentiranno di monitorare da remoto circa 60 km di elettrodotti aerei, che vanno ad aggiungersi ai 114 km di rete elettrica già coinvolta dal progetto, garantendo un ulteriore miglioramento dell’affidabilità della rete.

I dati così raccolti dai 175 km totali di linee monitorate e dagli oltre 57 sensori presenti sul territorio abruzzese consentiranno di sviluppare tecniche di manutenzione predittiva riducendo ulteriormente la possibilità che si verifiichino guasti. Le 6 nuove linee elettriche interessate (Cellino Attanasio – Penne; Casoli – Atessa; Celano smistamento - Avezzano der. Rocca di Cambio; S. Angelo - S.e. Collarmele der. Sulmona; Brulli Cocullo - S.e. Collarmele; Castel di Sangro - Villetta Barrea) vanno ad aggiungersi ai 6 elettrodotti precedentemente coinvolti dall’opera di digitalizzazione, permettendo di monitorare tra l’altro la variazione del tiro dei conduttori causata dalla formazione dei manicotti di ghiaccio, responsabili di molti disservizi elettrici, e al contempo consentire la trasmissione delle informazioni raccolte verso una piattaforma centrale, una sorta di banca dati, a supporto della gestione degli asset e della continuità del servizio elettrico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terna installa 27 nuovi dispositivi per il monitoraggio di oltre 60 km di elettrodotti in Abruzzo

ChietiToday è in caricamento