menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una tavola rotonda abruzzese sulle disabilità ambientali

L’evento, organizzato dall'associazione emergenza elettrosmog Abruzzo, ha lo scopo di appoggiare sostenere la “Giornata delle Internazionale delle persone con Disabilità” proclamata dall’Onu

L’associazione Emergenza Elettrosmog Abruzzo (EEA) promuove per venerdì 27 novembre, alle ore 19, una tavola rotonda abruzzese sulle disabilità ambientali: “5G-Tossine-MCS-Elettrosensibilità” visibile su casadelsole.tv. Interverranno il dottor Maurizio Martucci, giornalista, scrittore, portavoce della rete AlleanzaItalianaSTOP5G, il vice presidente del Consiglio della Regione Abruzzo Domenico Pettinari, la dott.ssa Anna Rita Iannetti, esperta in Neuroscienze e PNEI  e la dott.ssa Sonia Lisa Chiavaroli, Elettrosensibile. Modera la dott.ssa Tonia Di Giovacchino, biologa, presidente dell’associazione Emergenza Elettrosmog Abruzzo.

L’evento ha lo scopo di appoggiare sostenere la “Giornata delle Internazionale delle persone con Disabilità” proclamata dall’Onu e fissata il 3 dicembre e di informare e  di rimarcare la necessità di riconoscimento e diritti per l’elettrosensibilità, per la sensibilità chimica multipla e per la fibromialgia.
“Per questo – spiega la presidente dell’associazione EEA - abbiamo anche scritto al presidente della Regione Abruzzo Marsilio, alla giunta e ai consiglieri per chiedere che si agisca politicamente adottando provvedimenti di sanità pubblica, di prevenzione e tutela per la popolazione esposta ai rischi ambientali, ponendo la giusta attenzione alla risoluzione n. 27 protocollata al Consiglio regionale dell’Abruzzo lo scorso 11 febbraio, dal vice presidente del Consiglio Domenico Pettinari che vuole impegnare il presidente Marco Marsilio, l’assessore regionale con deleghe alla Salute e Pari opportunità Nicoletta Verì e Mario Quaglieri (a capo della Commissione Salute, Sicurezza sociale, Cultura, Formazione e Lavoro) a riconoscere le patologie dell’Era Elettromagnetica e degli inquinanti ambientali, pericolosissimi neuro interferenti endocrini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento