Green

Un esercito di bambini invade Roccamontepiano per ripulire il verde pubblico

Questa mattina per il secondo appuntamento di “Puliamo il mondo”, organizzato dal Comune in collaborazione con le scuole ed il Centro di Educazione Ambientale “il grande faggio” di Pretoro

Un esercito di bambini e ragazzi hanno invaso le strade e le aree pubbliche del verde pubblico di Roccamontepiano questa mattina per il secondo appuntamento in paese di “Puliamo il mondo”, organizzato dal Comune in collaborazione con le scuole ed il Centro di Educazione Ambientale “il grande faggio” di Pretoro.

Per sensibilizzare le giovani generazioni, ai corretti comportamenti nei confronti dell’ambiente e della salute pubblica insegnati, alunni, amministratori pubblici e cittadini volontari si sono armati di sacchetti e buona volontà per ripulire il centro urbano e i piazzali delle scuole dai rifiuti abbandonati.A tutti i partecipanti è stato consegnato un kit dela mobilitazione di volontariato di Legambiente con tanto di guanti, casacche e cappellini.

Hanno aderito la scuola primaria e la secondaria di primo grado del paese con l'istituto comprensivo di Fara Filiorum Petri.

Ripulito anche il parco giochi dedicato a “Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e gli agenti delle rispettive scorte” per far assumere ai bambini la consapevolezza dello stretto legame tra legalità, rispetto delle regole e l’ambiente.

Così il vice sindaco e assessore all’ambiente, Dario Marinelli: "Una bella iniziativa, giunta alla seconda edizione del nostro paese riproposta dallo scorso anno. Abbiamo voluto il coinvolgimento delle scuole, oltre che dei cittadini volontari le scorse settimane hanno bonificato due aree di abbandono rifiuti, proprio per dimostrare come è possibile migliorare il posto in cui si vive cominciando dalle cose più piccole, umili e semplici”.

"Il Comune - annuncia  il sindaco Carulli - continuerà ad investire con determinazione sulle nostre scuole su cui abbiamo tenuto anche un ulteriore finanziamento per il risparmio energetico della scuola primaria e secondaria di primo grado. Con 260.000 euro verrà ammodernata ancora di più il plesso che  risulta essere tra le più sicure d’Abruzzo, dal punto di vista della normativa antisismica e della sicurezza antincendio. A questo si aggiunge anche un progetto specifico finanziato dal Dipartimento delle pari opportunità con 50.000 € destinate per progetti integrativi scolastici e di attrezzature sempre destinate al miglioramento degli strumenti a disposizione della scuola".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un esercito di bambini invade Roccamontepiano per ripulire il verde pubblico

ChietiToday è in caricamento