rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Formazione Madonna del Freddo

Volont’Art, in carcere a Chieti l'evento finale del progetto per educare e rieducare studenti e detenuti

Facilitare i canali comunicativi, riannodare il filo dei rapporti sociali, acquisire fiducia negli altri: sono alcuni degli obiettivi del progetto di inclusione sociale finanziato dalla Regione Abruzzo

Nella casa circondariale di Chieti l'happening conclusivo legato al progetto Volont'art, finanziato dalla Regione Abruzzo e dal ministero delle Politiche sociali e realizzato in particolare con l'associazione Didattica teatrale.

Questa mattina in Regione sono stati presentati i risultati del progetto che prevede circa 600 ore di laboratori di teatro, cinema e clownerie con le scolaresche del territorio e 60 ore di laboratorio teatrale con i detenuti della casa circondariale di Chieti, effettuate tutte in presenza e senza alcuna proroga, nonostante i lockdown e la chiusura delle scuole.

 “Si è trattato di un progetto di inclusione sociale di grande respiro – ha sottolineato l’assessore regionale alle Politiche sociali, Quaresimale – che la Regione Abruzzo ha voluto scegliere proprio per la particolarità del tema trattato e per il coinvolgimento del mondo scolastico e carcerario. Sono queste iniziative  che rispondono a pieno alle strategie di inclusione e di coesione sociale che vuole portare avanti questo assessorato e in questo senso voglio sperare che il progetto abbia un suo seguito perché riesce a conciliare il linguaggio sociale di due mondi che sono contrapposti”.

La risposta dell'Abruzzo è stata positiva. Oggi pomeriggio alle 16 nel carcere di Madonna del Freddo a Chieti l'evento conclusivo nel quale i detenuti, nella zona aperta del carcere solitamente destinata  ai "passeggi", lanceranno in aria del palloncini con un messaggio scritto legato ad ognuno di essi, che esprime un desiderio ed un proposito di "reintegro" nella società, sulla base di valori in cambiamento e congruenti.

Ci saranno musiche di sottofondo con gli operatori dell'associazione e i detenuti - attori disposti in un grande cerchio, dopo aver lanciato i palloncini, troveranno gli stessi messaggi che sono stati fatti volare dentro una cesta e li leggeranno ad alta voce.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volont’Art, in carcere a Chieti l'evento finale del progetto per educare e rieducare studenti e detenuti

ChietiToday è in caricamento