rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Formazione

Vittime innocenti delle mafie: a Chieti il corso "Segni Narranti – La Memoria al plurale dalla narrazione all’impegno"

Il 21 ottobre al Palazzo del Governo prende avvio il percorso di formazione per docenti di ogni ordine e grado a cura di Libera

Col primo incontro di formazione in programma giovedì 21 ottobre a Chieti presso il Palazzo del Governo, prende avvio il percorso di formazione per docenti di ogni ordine e grado dal titolo Segni Narranti – La Memoria al plurale dalla narrazione all’impegno a cura di Libera.

Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. Promossa e organizzata dal Presidio Libera Chieti Attilio Romanò in collaborazione con la Prefettura di Chieti, l’iniziativa di una formazione sul tema della Memoria in ricordo delle vittime innocenti intende accompagnare gli insegnanti verso l’acquisizione di metodi e strumenti da sperimentare in aula nelle attività formative e educative coi ragazzi, con l’attivazione di un laboratorio di apprendimento di modalità generative di esercizio di memoria viva tramite l’apposizione di segni che siano risorgive di memoria pubblica nei luoghi e nei territori.

"È obiettivo del corso attivare una riflessione sul tema della memoria e dell’impegno che porti gli studenti all’esercizio di una memoria viva e significativa – afferma la referente di Libera, Gilda Pescara - affinché siano i giovani a nutrire il racconto delle persone uccise dalla violenza mafiosa con la sperimentazione di pratiche di cittadinanza responsabile e partecipata nelle scuole e nelle città. Un’azione, questa, condotta in rete tra le Istituzioni, Libera e le scuole del territorio che nell’anno in corso si svolge entro la cornice del protocollo d’intesa tra il Dipartimento di Pubblica Sicurezza e Libera siglato nel dicembre 2020".

Il seminario vuole dunque offrire l’opportunità di realizzare coi ragazzi esperienze di conoscenza e di impegno civile nella direzione della cittadinanza attiva e della responsabilità condivisa, all’interno di un itinerario in rete verso la XXVII Giornata della Memoria e dell’Impegno che il presidio Libera Chieti, insieme con la Prefettura e col mondo della scuola, ha promosso, in continuità negli anni, per la partecipazione consapevole delle scuole alla Giornata del 21 marzo.

All’iniziativa hanno aderito insegnanti di ventuno istituzioni scolastiche della Provincia. Il corso sarà inaugurato dal prefetto della Provincia di Chieti, Armando Forgione, intervengono in qualità di relatori Michele Gagliardo, responsabile nazionale del settore formazione di Libera, e Tito Viola, bibliotecario e formatore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittime innocenti delle mafie: a Chieti il corso "Segni Narranti – La Memoria al plurale dalla narrazione all’impegno"

ChietiToday è in caricamento