Università d'Annunzio: parte la summer school sulle vittime innocenti delle mafie

L’iniziativa è articolata in nove incontri, dal 10 al 31 luglio. Un percorso della memoria attraverso un programma di incontri e testimonianze

All'università d'Annunzio di Chieti parte la summer school. Promossa dal Dipartimento di Lettere Arti e Scienze Sociali  da “Libera Associazioni Nomi e Numeri contro le mafie”, l’iniziativa è articolata in nove incontri, dal 10 al 31 luglio, sia a distanza che in presenza, con il pieno rispetto dei protocolli di distanziamento.

Si tratta di un laboratorio di narrazione che porterà i partecipanti a progettare un 'Percorso della Memoria' attraverso un programma di incontri con i testimoni (famigliari di vittime innocenti della mafia, testimoni delle stragi dell’ultimo conflitto mondiale e dei campi di concentramento abruzzesi), lezioni, e laboratori di scrittura.

Sono previsti, tra l’altro, interventi di docenti ed esperti della “d’Annunzio” come Stefano Trinchese, Lia Giancristofaro, Ilaria Filograsso, Enzo Fimiani e Federico Pagello. Ci sarà l’incontro con Maria Romanò, sorella di Attilio Romanò, ucciso dalla camorra nel 2005, e sono previste visite sia a Sulmona, per parlare del campo di concentramento 78, sia al museo della battaglia di Ortona.

L’iniziativa conta anche su una rete di collaborazioni locali: il coordinamento regionale Abruzzo di Libera, il presidio “A. Romanò” di Chieti, il Comune di Ortona con la biblioteca, il museo e la consulta comunale giovanile, il Comune di Sulmona e le associazioni “Una Fondazione per il Morrone” ed “Il sentiero della libertà”.

“È una esperienza culturale e didattica - sottolinea Carmine Catenacci, direttore del Dipartimento di Lettere Arti e Scienze Sociali - che proprio in un momento di difficoltà dovuta alla situazione generale derivata dall’emergenza Covid, rilancia temi civili e di riflessione fondamentali per costruire competenze di cittadinanza”.

“Proposta tra le iniziative nazionali dei nostri Campi di impegno e formazione - dichiara Daniela Marcone, vice presidente nazionale di Libera – questa iniziativa vuole sottolineare l’importanza di mantenere viva la memoria delle vittime innocenti, attraverso la cui narrazione rileggere la storia e le storie del nostro Paese”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La didattica in presenza riparte a scaglioni alla d'Annunzio, scatta la protesta degli studenti

  • Didattica a distanza per scuole superiori e università in Abruzzo: firmata l'ordinanza

  • Psichiatria, la d'Annunzio sperimenta un nuovo trattamento per la depressione resistente

  • Scuola, in arrivo le cover anti Covid per i banchi di infanzia e primaria

  • Shapò, lo shampoo firmato dagli studenti del Mattei di Vasto

  • Garanzia Giovani: corso gratuito per diventare saldatore elettrico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento