All'università d'Annunzio va in scena il teatro dell’inclusione

“Aspiespressivo…e non solo”: protagonisti studenti universitari e giovani diversamente abili

Lunedì scorso all'auditorium del Rettorato dell’università degli studi G. d’Annunzio, è andato in scena il commovente spettacolo organizzato dall’associazione Erga Omnes, ad ingresso gratuito: “Aspiespressivo…e non solo”, che ha visto come attori protagonisti, sensibili alla tematica della disabilità, studenti universitari di varie facoltà che insieme a giovani diversamente abili.

Da settembre si sono preparati in un laboratorio teatrale, finanziato dall’Università, condotto e studiato dal regista Antonio Tucci, con il supporto dei volontari psicologi di Erga Omnes, ex studenti UdA: Zaira Lazzari e Veronica Lattarulo. Il progetto, con referente la studentessa dell’UdA Rossella Andria, ha visto il teatro come mezzo di inclusione, un percorso formativo di consapevolezza ed accoglienza della diversità che ha fatto nascere tanti momenti di aggregazione, condivisione ed ascolto attivo, utilizzando l'importante strumento della relazione sociale che abbatte ogni barriera dell'indifferenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, la “d’Annunzio” pronta a vaccinare trentamila persone

  • Vaccini e tamponi alla "d'Annunzio": l'università di Chieti in prima linea contro il Covid-19

  • Scuole aperte d’estate e nei weekend: la proposta di Draghi per il recupero della didattica in presenza

  • Diventare assistente di lingua italiana all’estero: requisiti e come candidarsi

  • Rimborsi affitti universitari: pubblicato l'avviso pubblico per gli studenti abruzzesi fuori sede

  • Maturità 2021: come si svolgeranno gli esami di Stato quest’anno?

Torna su
ChietiToday è in caricamento