Alla d'Annunzio la carica dei mille per i test di Medicina e Odontoiatria in sicurezza

Grande spiegamento di forze e aule per garantire ai candidati, tutti abruzzesi per le disposizioni ministeriali che impongono di sostenere l'esame nella sede più vicina a casa

Una carica di 926 candidati parteciperà domani, all'università d'Annunzio, alla prova di ammissione per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e chirurgia e Odontoiatria e protesti dentaria.

La prova inizierà alle ore 12, contemporaneamente in tutti gli atenei statali d'Italia. Ma, per la prima volta, per le normative anti Covid, gli studenti non sosterranno il test nella sede scelta come prima destinazione, ma in quella più vicina alla propria residenza. Tutti i candidati, dunque, sono abruzzesi e arrivano dalle province di Chieti, Pescara e Teramo. 

Il decreto del ministero dell’Università e della Ricerca, per limitare gli spostamenti nell’ambito del territorio nazionale e regionale, ha predisposto che ciascun candidato debba sostenere la prova di ammissione nella sede dell’ateneo disponibile nella propria provincia di residenza, anche se ha scelto una sede universitaria diversa

Alla d'Annunzio, i posti disponibili per il corso di laurea in Medicina e Chirurgia sono 186 per studenti italiani, comunitari e non residenti in Italia e 4 per non comunitari residenti all'estero.

I posti programmati per il corso di laurea in Odontoiatria e Protesi Dentaria sono 40 per studenti italiani, comunitari e non comunitari residenti in Italia e 6 per studenti non comunitari residenti all'estero.

Per consentire lo svolgimento delle prove in attuazione della normativa per la prevenzione della diffusione del Covid-19, l’ateneo utilizzerà 32 aule con 70 docenti coinvolti e 40 unità del personale tecnico-amministrativo impegnato per le procedure di identificazione dei candidati.

Inoltre saranno utilizzate 80 unità del personale Biblos per il controllo degli accessi al campus e dei percorsi obbligatori, già predisposti e opportunamente transennati.

L'ingresso alle aule sarà consentito dalle ore 8.30 e la prova avrà inizio alle ore 12 e si concluderà alle ore 13.40.

La professoressa Patrizia Di Iorio, presidente della Scuola di Medicina e Scienze della Salute della d’Annunzio, ha coordinato il gruppo di lavoro addetto alle complesse attività di preparazione e supervisionerà anche lo svolgimento delle prove.

"L'organizzazione delle prove di ammissione, in questo anno segnato dallo stato di emergenza del Covid-19 - spiega - è stata molto complessa. Al fine di garantire al massimo il normale svolgimento della prova nel rispetto delle direttive, a tutela della sicurezza dei candidati e del personale coinvolto, siamo stati tutti impegnati sia nella predisposizione delle varie aule e dei percorsi di accesso sia nella gestione delle affluenze al campus, coinvolgendo anche le forze di pubblica sicurezza e interessando il servizio di trasporto pubblico urbano e regionale".

Per consentire l'espletamento delle prove di ammissione, nella giornata di domani (giovedì 3 settembre), in tutto il campus, saranno sospese le attività didattiche e gli esami di profitto fino alle ore 14.30.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Eduscopio 2020, la classifica delle migliori scuole superiori: il Masci è in cima alla vetta

  • Zona rossa dal 18 novembre: ecco le scuole dove la didattica continuerà in presenza

  • L'impatto della pandemia sugli operatori sanitari: il 54% ha bisogno dello psicologo. La ricerca dell'Ud'A

  • Didattica a distanza senza consumare giga: l’iniziativa a sostegno delle famiglie

  • Aumentano le immatricolazioni all'università d'Annunzio, costante il numero dei fuorisede

  • #ioleggoperché: a novembre si può donare un libro a una scuola del proprio territorio

Torna su
ChietiToday è in caricamento