Università

Un premio di laurea in memoria di Giovanna Pastoressa, la psicologa scomparsa a 28 anni

La giovane professionista, che si era laureata all'università di Chieti e aveva fatto diverse esperienze professionali nella nostra provincia, fu vittima di un incidente causato da una tromba d'aria

Un premio di laurea per gli studenti del corso di Psicologia clinica e della salute dell'università d'Annunzio in memoria di Giovanna Pastoressa, la psicologa lucana scomparsa a 28 anni nel 2019.

La giovane professionista, che si era laureata all'università di Chieti e aveva fatto diverse esperienze professionali nella nostra provincia, fu vittima di un incidente causato da una tromba d'aria, che sradicò il tetto di un palazzetto, finito nella palestra in cui si stava allenando la ragazza. 

Ora, il corso di laurea magistrale frequentato da Giovanna, presieduto dal professor Piero Porcelli, in collaborazione con il dipartimento Disputer (Scienze psicologiche, della salute e del territorio), diretto dal professor Nicola Mammarella, ha istituito un premio speciale in suo ricordo. 

Il premio, inserito nel quadro delle iniziative finalizzate a stimolare l’interesse di studio nei temi legati all’applicazione della psicologia clinica al campo della salute fisica, e inteso a ricordare la figura della compianta psicologa, è dedicato ai laureati magistrali del corso di studio in Psicologia clinica e della salute della d'Annunzio che abbiano svolto una tesi di laurea su un argomento di “psicologia clinica applicata al campo della salute fisica”. I candidati dovranno aver concluso gli studi nell'anno accademico 2020/2021 con un voto pari a 110 (con o senza lode). 

Sarà premiata con un contributo di 1.000 euro la tesi ritenuta migliore, a insindacabile giudizio di una commissione formata da due rappresentanti del corso di laurea e da due rappresentanti dell’ordine degli psicologi della Basilicata. Tutte le informazioni si possono consultare sul sito dell'università d'Annunzio.

"Una iniziativa - commentano la presidente dell'ordine degli psicologi della Basilicata Luisa Langone e il consigliere dell'ordine Antonello Chiacchio -  per la quale siamo davvero grati all’università di Chieti, che ha ospitato nel suo percorso di formazione la cara collega. E che avrà il via, ancora una volta, in una giornata particolarmente significativa, oggi 24 giugno, in cui ricade l’onomastico di Giovanna. L’interlocuzione, molto sensibile e caratterizzata da squisita disponibilità, con la professoressa Alessandra Babore, il professor Nicola Mammarella e il professor Piero Porcelli, ha portato alla realizzazione di un’operazione importante e dall’alto valore culturale, che speriamo possa essere il primo appuntamento di un percorso lungo e arricchente".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un premio di laurea in memoria di Giovanna Pastoressa, la psicologa scomparsa a 28 anni

ChietiToday è in caricamento