Giovedì, 28 Ottobre 2021
Università

Approvato il nuovo manifesto degli studi della d'Annunzio: tasse per fasce di reddito e sostegno all'istruzione

I documenti sono stati votati dal Senato accademico prima e dal Consiglio di amministrazione dell'università d'Annunzio

Sono stati approvati stamani, dal Senato accademico prima e dal Consiglio di amministrazione dell'università d'Annunzio poi, il manifesto degli studi e il regolamento tase e contributi per l'anno accademico 2018/2019.

I documenti contegono la definizione di un modello di contribuzione studentesca il più possibile simile a quello attualmente vigente. Viene confermato il sistema basato sulle fasce reddituali ISEE-U, che consentono di garantire una più equa distribuzione degli importi al fine di non penalizzare le fasce più deboli. Inoltre, è stato fissato un nuovo termine di scadenza per la presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica volta all’ottenimento dell’Attestazione ISEE-U - da produrre entro e non oltre il 30 novembre 2019, anziché al 31 dicembre 2019 - ma è confermata la possibilità di presentare la DSU anche entro il 28 febbraio 2020, con applicazione di una sanzione amministrativa di 150 euro. E

Confermato l’orientamento istituzionale a sostenere, anche con proprie risorse, il diritto all'istruzione attraverso misure di sostegno ulteriori e diverse rispetto a quelle previste dalla normativa in materia a favore degli studenti capaci e meritevoli affinché, anche se privi di mezzi, possano accedere ai gradi più alti degli studi. In particolare, viene mantenuta l’estensione della No tax area fino a 15 mila euro, in luogo dei 13 mila previsti dalla L.232/2016; è confermato l’esonero totale per l’immatricolazione degli studenti che hanno conseguito il diploma di maturità con voto pari a 100 o la laurea di I livello con almeno 110/110 (esonero per merito Unich), come pure l’esonero totale per il rinnovo della iscrizione a tempo pieno entro la durata normale di un corso di laurea o di laurea magistrale anche a ciclo unico, purché lo studente acquisisca, nel periodo 31/10/2018 - 31/10/2019, almeno 30 Cfu al 2° anno di iscrizione e almeno 50 CFU dal 3° anno in poi, con media ponderata di 28/30, indipendentemente dalla propria fascia contributiva.

Resta l’esonero parziale (50%) per gli studenti con disabilità inferiore al 66% e del bonus fino a 150 euro per fratelli e sorelle iscritti nei tre atenei d’Abruzzo. Il versamento del contributo sarà in tre rate, la prima fissa (156 euro per imposta di bollo e Tassa regionale per il diritto allo studio) e le rimanenti in due di pari importo determinate dalla fascia ISEE-U.

La novità per l’anno accademico 2019/2020 è la possibilità per gli importi superiori a 1.000 euro di rateizzazione anche in 5 rate. Al riguardo, seguiranno specificazioni rese puntuali mediante apposito avviso. Sono altresì confermati gli esoneri totali o parziali previsti dalla normativa vigente in materia di invalidità, sostegno alla disabilità e al diritto allo studio.

Un’ulteriore importante novità riguarda la procedura di iscrizione dei laureati delle triennali alle lauree Magistrali. Tutta la procedura è stata automatizzata, garantendo un doppio vantaggio: la velocizzazione dell’iter, che non comporterà più l’obbligo di iscriversi con pagamento della 1^ rata, e l’immediata trasmissione della richiesta di prevalutazione dei requisiti curricolari ai competenti organi accademici.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvato il nuovo manifesto degli studi della d'Annunzio: tasse per fasce di reddito e sostegno all'istruzione

ChietiToday è in caricamento