rotate-mobile
Giovedì, 28 Settembre 2023
Università

Il Dipartimento di scienze giuridiche e sociali della “d’Annunzio” fra le eccellenze universitarie

Nella graduatoria del Ministero ci sono anche i Dipartimenti di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, diretto dal professor Stefano Sensi e di Economia, diretto dal professor Michele Rea

Il Dipartimento di scienze giuridiche e sociali dell’università “d’Annunzio” di Chieti-Pescara è nell’elenco dei 350 migliori d’Italia ammessi a concorrere per la selezione dei “Dipartimenti di eccellenza 2023-2027”, che il Ministero dell’università e della ricerca ha pubblicato nei giorni scorsi.

Il Dipartimento, diretto dal professor Fabrizio Fornari, ha migliorato la propria posizione passando da 77 a 86 punti nell’indicatore della performance Ispd (indicatore standardizzato di performance dipartimentale). Nella graduatoria delle eccellenze figurano altri due Dipartimenti della “d’Annunzio”: quello di Neuroscienze, Imaging e Scienze cliniche, diretto dal professor Stefano Sensi, e quello di Economia, diretto dal professor Michele Rea. 

Si tratta di centri che si sono contraddistinti per la qualità della ricerca prodotta e dei progetti di sviluppo, ai quali è destinato un budget complessivo di 271 milioni di euro. La graduatoria è stata stilata dall’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca sulla base dell’Ispd, calcolato tenendo conto dei risultati della valutazione della qualità della ricerca (vqr) nel periodo compreso tra il 2015 e il 2019. Nella successiva fase i 350 dipartimenti selezionati sono chiamati a presentare un progetto quinquennale di sviluppo nel quale definire obiettivi riconducibili a finalità di carattere scientifico e didattico di elevata qualificazione. Sulla base delle proposte ricevute, una commissione nominata dal Ministero individuerà i 180 destinatari del finanziamento entro il 31 dicembre 2022. 

Come commenta il direttore del Dsgs, prof. Fabrizio Fornari:

“Il Dipartimento di scienze giuridiche e sociali della d’Annunzio consolida e migliora la propria performance, bissando il lusinghiero risultato già ottenuto nel 2017 per il quinquennio 2018-2022. Non si tratta di un semplice riconoscimento, ma della rinnovata certificazione dell’eccellenza dei progetti di ricerca e di sviluppo elaborati e prodotti in questi anni dal nostro Dipartimento. Ora attendiamo con fiducia l’esito dell’ulteriore selezione che verrà fatta entro fine anno. C’è già  la giustificata soddisfazione per un risultato decisamente positivo che sappiamo non essere certo un traguardo, ma l’inizio di una nuova, avvincente sfida”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Dipartimento di scienze giuridiche e sociali della “d’Annunzio” fra le eccellenze universitarie

ChietiToday è in caricamento