La d'Annunzio celebra i laureati eccellenti in stile americano, ma la cerimonia si tiene a Pescara

Sarà piazza della Rinascita a ospitare il primo evento di questo genere nella storia dell'ateneo: una scelta che a Chieti ha fatto storcere il naso a molti

Immagine d'archivio

Sarà piazza della Rinascita, la "piazza Salotto" simbolo di Pescara, a ospitare la prima festa dei laureati dell'università d'Annunzio. La festa in stile campus americano è in programma venerdì pomeriggio, alle ore 14 e prevede la consegna delle pergamene ai neo dottori che si sono laureati con il massimo dei voti e la lode, da parte del rettore Sergio Caputi, alla presenza del Senato Accademico e dei direttori di dipartimento. Ci saranno inoltre il Prorettore vicario Augusta Consorti, le altre autorità accademiche, rappresentanti del corpo docente, degli studenti e del personale tecnico-amministrativo a rappresentare la comunità della d’Annunzio.

La scelta di Pescara - a scapito di Chieti, prima sede del più grande ateneo abruzzese - ha fatto storcere non pochi nasi a chi, da tempo, teme che uno "scivolamento" a valle dell'università, almeno metaforico. Un timore diventato ancora più forte un anno fa, quando il Consiglio di amministrazione ha approvato il cambio di denominazione della d'Annunzio in "università degli studi dell'Adriatico", pur conservando l'intitolazione al Vate.

Certo è che il rettore Caputi, sin dalla sua elezione, poco più di due anni fa, ha rassicurato che le sue intenzioni sono ben diverse e la conferma delle sue parole è arrivata poche settimane fa, quando l'ateneo ha acquistato Palazzo Veneziani, in larghetto Teatro Vecchio, la ex sede di Confindustria in pieno centro storico, che ospiterà diversi uffici dell'università. E resta in piedi l'idea di spostare un corso di laurea sul Colle, nella cittadella della cultura che dovrebbe sorgere all'interno dell'ex ospedale militare

Per ora, però, la prima cerimonia dedicata ai laureati eccellenti, sul modello di quelle organizzate più di un decennio fa dall'università degli studi di Teramo, resta a Pescara. Il programma prevede il saluto del neo sindaco Carlo Masci, seguito dal discorso ufficiale del rettore Caputi, a cui seguirà la testimonianza di un laureato eccellente della d'Annunzio, il dottor Mattia Russel Pantalone, che un anno fa ha conseguito la laurea in Medicina a pieni voti, scoprendo un virus che causa il cancro. La cerimonia si concluderà con il classico lancio del tocco.

Così il magnifico commenta la prima cerimonia di questo genere in oltre mezzo secolo di storia della d'Annunzio: 

Abbiamo deciso di tenere questa cerimonia a Pescara, in piazza della Rinascita, che è uno degli spazi più importanti e suggestivi della nostra regione. L’ateneo vuole in tal modo dare risalto ad un evento che vede come protagonisti i nostri laureati più recenti che hanno concluso il loro percorso e lo hanno fatto ottenendo il massimo dei voti con la lode.

Essere presenti sul nostro territorio con una festa così importante riafferma l’attenzione che la d’Annunzio rivolge alle città che la ospitano e che, anche con questi eventi, possano sentire l’orgoglio di esser sede di una università sempre più prestigiosa. A nome dell’ateneo, invito tutti quelli che potranno ad esser presenti a questa cerimonia che oggi ha il valore storico della prima edizione e che da oggi sarà uno dei grandi eventi della d’Annunzio e di questa meravigliosa regione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università d’Annunzio, tutto pronto a Chieti per i test di Medicina e Odontoiatria

  • Scuole superiori di Chieti: quali sono e dove si trovano

  • Patente C o patente per camion: come si prende e quanto costa

  • Nuova terapia mirata per il cancro al pancreas, c'è anche l'università d'Annunzio nel team di ricerca

  • Le scuole di musica di Chieti, per imparare a suonare

  • Due posti per il servizio civile alla Misericordia di Chieti

Torna su
ChietiToday è in caricamento