rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Università

Pubblicato il bando della borsa di studio in memoria di Giulia Cecchettin per le studentesse di Ingegneria Biomedica della d'Annunzio

La borsa, del valore di 2mila euro, è stata istituita, da Aps Mama, per tenere vivo il ricordo della giovane vittima di femminicidio e per rappresentare l'impegno dell'associazione nel mantenere alta l’attenzione sulla violenza

È stato pubblicato il bando per la borsa di studio in memoria di Giulia Cecchettin, la studentessa dell'università di Padova uccisa dal suo ex fidanzato lo scorso novembre. 

L'iniziativa è promossa dall'associazione di promozione sociale Mama, in collaborazione con l’università d'Annunzio e il contributo volontario dei docenti dell’ateneo. Si può presentare domanda fino al 31 marzo.

La borsa di studio, del valore di 2mila euro, è stata istituita da Aps Mama, presieduta da Alessandra Relmi, per tenere vivo il ricordo di Giulia Cecchettin e rappresentare l'impegno dell'associazione nel mantenere alta l’attenzione sulla violenza di genere che colpisce le donne, ma che riguarda tutti e dare vita a un percorso serio e concreto verso la diffusione della cultura del rispetto, della promozione e della tutela dei diritti delle donne e della parità nel rapporto tra generi rivolta a tutte le generazioni.

Il bando è volto a premiare il merito e a sostenere la formazione universitaria di giovani studentesse del corso di laurea triennale in Ingegneria Biomedica, nella sede pescarese della d'Annunzio, che concluderanno con successo il loro percorso di studi nell’anno accademico 2023/2024. Il concorso è aperto a tutte le studentesse che hanno conseguito, o conseguiranno entro l'ultima sessione di laurea prevista per il 5 aprile 2024, la laurea tin Ingegneria Biomedica presso nell'ateneo. Oltre ai requisiti di merito, la selezione terrà conto delle condizioni economiche delle partecipanti (valutate in base all'Isee 2024).

In una nota, l'associazione Mama si augura che l’iniziativa possa ispirare, sostenere e guidare le giovani laureate e laureande nel loro cammino accademico verso il successo e la realizzazione personale, per costruire tutti insieme un futuro più equo e inclusivo. "Siamo profondamente onorati di presentare l'edizione 2024 della borsa di studio Giulia Cecchettin - dichiara la presidente Alessandra Relmi - Questa iniziativa, nata in memoria di una giovane donna dal futuro promettente che le è stato ingiustamente negato, riflette l'impegno dell'associazione Mama nella lotta contro la violenza di genere e nel sostegno alle giovani donne che intendano perseguire la propria realizzazione personale attraverso un percorso accademico. La borsa di studio rappresenta la nostra dedica a Giulia Cecchettin e il nostro impegno a promuovere un cambiamento culturale e sociale che passi attraverso l’abbattimento degli stereotipi, il rispetto e la valorizzazione delle differenze di genere, il rifiuto della violenza in ogni sua forma e le pari opportunità. Invitiamo tutte le studentesse idonee a partecipare e a condividere con noi questo percorso di crescita e solidarietà. Il nostro augurio è che questa borsa di spossa contribuire a ispirare e sostenere le giovani menti brillanti che saranno il futuro del nostro paese", conclude Relmi.

Il bando completo si può consultare sul sito dell'università d'Annunzio e su quello di Confimi Industria Abruzzo. Il termine per la presentazione delle domande, da trasmettere in carta libera all’indirizzo Pec acmama@pec.it, è fissato al 31 marzo prossimo. Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito web www.aps-mama.it o contattare la segreteria dell’associazione Mama all'indirizzo segreteria@aps-mama.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblicato il bando della borsa di studio in memoria di Giulia Cecchettin per le studentesse di Ingegneria Biomedica della d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento