Domenica, 20 Giugno 2021
Università

Prorogati i termini per chiedere il bonus pc riservato alle matricole della d'Annunzio

Il contributo va dal 50% all’80% della spesa sostenuta e documentata per l’acquisto di un personal computer, di un notebook e/o di scheda sim dati per la connessione a Internet

C'è tempo fino alle ore 23.59 di lunedì 26 ottobre per richiedere il bonus destinato all’acquisto di pc e/o di sim-dati destinati alle matricole dell'università d'Annunzio. L'obiettivo è favorire la fruizione della didattica a distanza, favorendo l'accesso da remoto anche alle banche dati e alle risorse bibliografiche dell'ateneo. 

Possono far richiesta del contributo gli studenti iscritti per la prima volta nell'anno accademico 2020/2021 ai corsi di laurea e laurea magistrale a ciclo unico dell'ateneo, che siano alla prima immatricolazione a corsi di istruzione superiore universitaria. 

Il bando prevede l’attribuzione di bonus erogati in base al possesso di specifici requisiti e destinati al parziale rimborso che, in relazione all’Isee-u, può andare dal 50% all’80% della spesa sostenuta e opportunamente documentata per l’acquisto di un personal computer, di un notebook e/o di scheda sim dati per la connessione a Internet.

Elemento indispensabile per partecipare al bando è il possesso di un valido Isee-U 2020 e del documento di acquisto di un pc e/o di una scheda Sim dati.

I due bonus sono cumulabili nel rispetto dei limiti di reddito Isee indicati nel bando pubblicato sul sito di ateneo.

Le domande devono essere fatte esclusivamente online, accedendo da “My page” nella sezione riservata "Udaonline" ed effettuando il login alla propria area riservata con le credenziali di accesso ricevute all’atto della immatricolazione. Effettuato l’accesso, si dovrà selezionare uno o entrambi i bandi di concorso “Bonus pc” e/o “Bonus SIM dati” e seguire le istruzioni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prorogati i termini per chiedere il bonus pc riservato alle matricole della d'Annunzio

ChietiToday è in caricamento