rotate-mobile
Scuola

Al via la Settimana nazionale della dislessia: due incontri gratuiti organizzati a Chieti

“Leggere libera tutti: diritti verso l'apprendimento” è il focus dell’edizione 2023, che, come ogni anno, punta a informare esensibilizzare sui disturbi specifici dell’apprendimento. La sezione Aid di Chieti organizza gli incontri del 5 e 6 ottobre

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Dal 2 all'8 ottobre 2023 torna l'appuntamento annuale con la Settimana nazionale della dislessia, organizzata da Aid in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (Eda).

"Leggere libera tutti: diritti verso l'apprendimento" è il titolo della manifestazione targata 2023: un'iniziativa giunta oggi alla sua VIII edizione e che lo scorso anno ha ottenuto uno straordinario successo, con ben 171 eventi (di cui 133 in presenza, 26 online, 12 in modalità mista). Gli appuntamenti sono stati promossi dalle sezioni provinciali, grazie al coinvolgimento di centinaia di volontari, per un totale di circa 426 ore di attività formativa e informativa, che hanno visto la partecipazione di oltre 3.000 persone in tutta Italia.

Numeri significativi, che danno la misura dell'importanza del tema e dell'interesse da esso suscitato presso docenti, famiglie, studenti e cittadini desiderosi di saperne di più. Anche per l'edizione che sta per iniziare e che si svolgerà nella prima settimana di ottobre,  sia con incontri in presenza sia online, è previsto un articolato programma di eventi di informazione e sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale, organizzati a livello locale da centinaia di volontari di oltre 70 sezioni provinciali Aid, in collaborazione con enti pubblici, del terzo settore e istituti scolastici.

Al centro del dibattito di ottobre vi sarà la legge 170/2010, che riconosce la dislessia, la disortografia, la disgrafia e la discalculia come disturbi specifici di apprendimento (Dsa), assegnando alla scuola e agli atenei il compito di individuare le forme didattiche e le modalità di valutazione più adeguate affinché alunni e studenti con Dsa possano raggiungere il meritato successo formativo. Sin dalla sua fondazione nel 1997, Aid ha guidato le tappe dell’inclusione e della valorizzazione delle persone con Dsa verso un orizzonte di diritti nel quale ciascuno sia libero di apprendere e lavorare secondo le proprie caratteristiche. Tra queste tappe, la legge 170 del 2010 rappresenta certamente un traguardo fondamentale, insieme alla legge 25 del 2022, con la quale i diritti degli studenti con Dsa sono stati estesi anche al mondo del lavoro.

L’ obiettivo che Aid si prefigge è che questi diritti siano pienamente riconosciuti, e che trovino applicazione anche negli ambiti in cui non sono ancora certi, ad esempio università e concorsi regionali. In occasione della VIII edizione, la sezione Aid di Chieti organizza due incontri gratuiti per approfondire i temi legati ai disturbi specifici dell'apprendimento. Giovedì 5 ottobre, dalle ore 15 alle ore 17, si terrà l’incontro online dal titolo “Il valore e l’importanza del tratto grafico”, dedicato ai docenti di scuole dell'infanzia, scuole primarie e scuole secondarie di primo grado. La relatrice Sabrina Di Tullio, psicopedagogista e formatrice Aid, porterà alla scoperta di come si sviluppa il tratto grafico e quali siano gli indicatori predettivi dietro ad alcune difficoltà che lo riguardano. Nel corso dell'evento sarà dato spazio a un approfondimento sulla didattica analogica e sulla didattica digitale in ottica inclusiva.

La dottoressa Di Tullio condurrà anche l’incontro online di venerdì 6 ottobre, dalle ore 15.30 alle ore 17.30, dal titolo “La didattica inclusiva nella scuola secondaria di 2° grado: come quando e perché?” e rivolto ai docenti delle scuole secondarie di secondo grado. Attraverso un approfondimento sul valore del Piano didattico personalizzato (Pdp) si parlerà di cosa significa essere uno studente con Dsa; quali approcci inclusivi possono aiutare questi studenti a raggiungere il successo formativo e diventare adulti con una buona autostima e uno sguardo positivo al futuro. La partecipazione ai due eventi è gratuita, con numero di posti limitati, previa iscrizione on line sul sito web della sezione Aid di Chieti. Per maggiori informazioni e iscrizioni agli eventi: https://chieti.aiditalia.org/news/settimana-nazionale-della-dislessia-gli-eventi-a-chieti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la Settimana nazionale della dislessia: due incontri gratuiti organizzati a Chieti

ChietiToday è in caricamento