Progetto CineScuola: alunni a lezione di cinema per studiare la storia del ventesimo secolo

Venerdì nell’auditorium del museo universitario di Storia delle Scienze Biomediche di Chieti, sarà proiettato il film ‘Roma città aperta’ di Roberto Rossellini

Venerdì 10 maggio, alle ore 16.30, nell’auditorium del museo universitario di Storia delle Scienze Biomediche di Chieti, in piazza Trento e Trieste, è in programma la proiezione del film ‘Roma città aperta’ di Roberto Rossellini. La proiezione sarà introdotta dal professor Francesco Baldassarre del liceo classico G.B. Vico di Chieti e sarà seguita da un dibattito, con l’intervento del professor Enzo Fimiani dell’università d’Annunzio di Chieti-Pescara, nell'ottica della cittadinanza attiva e dello scambio intergenerazionale di esperienze.

Al mattino è previsto un incontro introduttivo con gli studenti del liceo classico di Chieti, coordinato dal professor Fimiani e dal dottor Antonello de Berardinis (direttore dell’Archivio di Stato di Chieti), con l’illustrazione dell’utilizzo delle fonti audiovisive per la ricerca storica.  

L’iniziativa riguarda il primo dei quattro percorsi di storia della seconda metà del XX secolo, strutturati nell’ambito del progetto CineScuola – Il Cinema legge la società italiana, promosso di concerto dal Ministero Istruzione Università e Ricerca e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, proposto e realizzato, a Chieti, in partenariato dalle Associazioni UniTre Chieti, Chieti Nuova 3 Febbraio, Meridiani Paralleli insieme al Liceo Classico G. B. Vico di Chieti ed all’Archivio di Stato di Chieti.

Il progetto ha avuto inizio il 27 febbraio con l’incontro sul tema “L’uomo e il sogno – appunti sul linguaggio cinematografico”, in cui è intervenuto il regista Dino Viani, è proseguito il 23 marzo con l’introduzione dello storico Costantino Di Sante, con la relazione dell’inviato Rai Massimiliano Franceschelli sul modo di costruire un documentario e con la proiezione di alcune parti della “Guerra in casa”. Inoltre, il 4 aprile, a cura dei professori Costantino Di Sante, Marco Fraticelli, Francesco Baldassarre, Roberto Leombroni, sono state comunicate a studenti e docenti le linee guida per la creazione di app legate ai film prescelti e il prof. Roberto Leombroni ha relazionato su Cinema e Storia.

Gli altri percorsi, Luci ed ombre del  miracolo economico con la proiezione dei film “Le mani sulla città” di Francesco Rosi e “Il sorpasso” di Dino Risi, Il Sessantotto con la proiezione dei film “Fragole e sangue” di Stuart Hagmann e “Il grande sogno” di Michele Placido, La rivoluzione scientifica, sociale, etica della legge Basaglia, con la proiezione dei film “C’era una volta la città dei matti” di Marco Turco e “Matti da slegare” di Marco Bellocchio, saranno realizzati tra settembre e dicembre 2019.

Il progetto intende far conoscere il linguaggio cinematografico, operare il recupero della memoria storica e contribuire ad educare alla interpretazione critica della realtà, non solo attraverso la proiezione di famose pellicole cinematografiche, utilizzate per leggere la società italiana contemporanea, con l’ausilio di esperti che inquadrino gli aspetti salienti dei nodi storici individuati, ma anche corsi di formazione per gli studenti sugli audiovisivi e sulle tecniche del cinema, mostra sul Sessantotto, con il coinvolgimento diretto degli studenti per la realizzazione di un video con interviste ai testimoni locali della contestazione giovanile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università “d'Annunzio”: corsi di orientamento dedicati agli studenti delle scuole secondarie

  • Bonus cultura per i nati nel 2002: i 500 euro sono spendibili nei negozi fisici e online

  • "La conquista dello spazio": a Speciale Tg 1 gli studiosi della d'Annunzio

  • Nasce il nuovo Istituto tecnico superiore (Its) per Turismo e attività culturali

  • Proteggere i dati informatici durante i terremoti: il progetto di ricerca della d'Annunzio

Torna su
ChietiToday è in caricamento