rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Scuola

Bullismo, la polizia incontra gli studenti del 'di Savoia': "Non sottovalutate certi atteggiamenti negativi, denunciate apertamente"

Gli alunni hanno incontrato il dirigente della divisione anticrimine della questura di Chieti, Alfredo Luzi, che ha parlato di bullismo, cyberbullismo e reati nei confronti dei minori

La polizia di Stato ieri ha incontrato gli studenti dell'istituto di istruzione superiore "Luigi di Savoia” di Chieti per parlare di bullismo, cyberbullismo e reati nei confronti dei minori. Nell'aula magna dell'istituto alcune classi dell’indirizzo meccanica, informatica e del liceo scientifico hanno partecipato all'incontro con il dirigente della divisione anticrimine della questura di Chieti, Alfredo Luzi, introdotto dalla dirigente scolastica Grazia Angteloni.

Un tema, quello affronato, di estrema attualità anche all'interno dell'istituto dove di recente purtroppo si sono verificati episodi di bullismo, specie fra gli allievi del biennio della scuola secondaria di secondo grado.

Luzi si è intrattenuto a parlare con gli studenti, raccontando alcuni episodi realmente accaduti e che hanno costellato e arricchito la sua esperienza lavorativa. Ha esortato i ragazzi a non sottovalutare certi atteggiamenti negativi, a non nascondere i disagi e a denunciare apertamente le
situazioni che possono mettere in difficoltà sé stessi e i propri amici e compagni.

Il dirigente della polizia ha inoltre sottolineato la pericolosità del fenomeno del cyberbullismo che, ancor più del bullismo, provoca danni anche irreversibili a chi lo subisce, in quanto raggiunge una platea ben più ampia di quella che può essere l’ambiente scolastico. A questo proposito ha parlato delle nuove
norme riguardanti le vittime del cyberbullismo, del diritto all’oblio, cioè alla possibilità di cancellare definitivamente le tracce di ciò che è stato incautamente, ma più volte colpevolmente, reso visibile sul web.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bullismo, la polizia incontra gli studenti del 'di Savoia': "Non sottovalutate certi atteggiamenti negativi, denunciate apertamente"

ChietiToday è in caricamento