A scuola di legalità: gli alunni dialogano con Gherardo Colombo

L'ex magistrato di Mani Pulite ha tenuto una lezione ai ragazzi delle medie nell'auditorium dell'istituto comprensivo 1 di Chieti

“A scuola si viene per essere liberi…maggiori saranno le vostre conoscenze, maggiori le possibilità che avrete nella vita e quindi maggiori diventeranno le vostre possibilità di scelta libere…!”. Così si è aperto il confronto tra i ragazzi delle scuole secondarie del territorio e l'ex magistrato Gherardo Colombo venerdì scorso all'auditorium del Comprensivo 1 di Chieti, nella scuola G.Chiarini. L'incontro è stato realizzato, nell’ambito del XXVII corso di educazione alla legalità nelle scuole medie, dalla sezione abruzzese dell’Associazione Nazionale Magistrati e dall’Associazione Chieti nuova 3 febbraio. 

Un dialogo per aumentare la consapevolezza dei giovanissimi sul concetto di regola e libertà, con riferimenti anche alla Costituzione e alla società e a temi importanti quali ambiente, sostenibilità, salute e lavoro.

La sintesi è che proprio oggi, forse più di ieri, il compito della scuola è quello di promuovere costantemente una vera ed autentica azione culturale, mirando a far crescere nella coscienza dei giovani il senso della giustizia e della legge, della qualità della vita, realizzando un rapporto concreto tra le varie istituzioni per creare le condizioni per un’educazione alla legalità, intesa come vero strumento atto a garantire il benessere di ognuno e quindi la crescita, nel rispetto dei diritti di ciascuno.

“Il lavoro della rete di scuole coinvolte nel percorso di educazione alla legalità - afferma la dirigente dell’IC1 Chieti, Grazia Angeloni - avrà come obiettivo quello di creare contributi che permettano di elaborare azioni di prevenzione e di contrasto all’illegalità, attraverso percorsi di informazione, sensibilizzazione e formazione che possano condurre i giovani a sviluppare il rispetto nei confronti dell’altro e dell’ambiente con annesso senso di responsabilità, attraverso la comprensione delle regole sociali e civiche e quindi promuovendo lo sviluppo di una vera e propria cultura della legalità, che renderà i nostri alunni futuri cittadini attivi e consapevoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Università “d'Annunzio”: corsi di orientamento dedicati agli studenti delle scuole secondarie

  • Bonus cultura per i nati nel 2002: i 500 euro sono spendibili nei negozi fisici e online

  • "La conquista dello spazio": a Speciale Tg 1 gli studiosi della d'Annunzio

  • Nasce il nuovo Istituto tecnico superiore (Its) per Turismo e attività culturali

  • Proteggere i dati informatici durante i terremoti: il progetto di ricerca della d'Annunzio

Torna su
ChietiToday è in caricamento