Venerdì, 19 Luglio 2024
Scuola

Alla d'Annunzio l'evento conclusivo con le scuole della rete di Chieti che hanno adottato i beni comuni dei propri territori

Volge al termine il progetto educativo annuale 'Fare futuro': nell'aula magna di Lettere oggi la presentazione dei percorsi realizzati dalle scuole attraverso l’adozione concreta di elementi significativi delle proprie comunità

Evento conclusivo del progetto educativo annuale 'Fare futuro': oggi, giovedì 18 maggio, alle 16, nell'aula magna della facoltà di Lettere dell'università d'Annunzio di Chieti, è in programma oggi la presentazione dei percorsi realizzati dalle scuole attraverso l’adozione concreta di elementi significativi delle proprie comunità. Il progetto educativo annuale, dal titolo 'Fare futuro: i beni comuni dalle memorie ai territori', da ottobre scorso ha coinvolto ww istituti scolastici della provincia ed è stato promosso e coordinato dal presidio di Libera Chieti “Attilio Romanò” in collaborazione con la prefettura di Chieti,

All’incontro partecioeranno  Giuseppe Gatti, magistrato della direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, il prefetto della provincia di Chieti Mario Della Cioppa e il direttore del Dilass della d'Annunzio Carmine Catenacci con il quale Libera ha una convenzione finalizzata a sostenere la cultura di contrasto alle mafie.

L’intero percorso che verrà restituito dai docenti del seminario di formazione illustrerà i progetti realizzati dalle scuole con la partecipazione di centinaia di ragazzi e ragazze che hanno adottato elementi significativi del proprio territorio promuovendone la salvaguardia e la valorizzazione, prendendosene cura come atto di responsabilità civile. Questa esperienza segna anche dieci anni di iniziative educative che Libera ha promosso nella provincia fin dal 2012 per la costruzione di pratiche di educazione civile con le scuole e generare la cultura della cittadinanza attiva e responsabile.

“Siamo partiti dalla necessità di condividere prospettive e speranze di cambiamento portando insieme l’indispensabile contributo alla costruzione del ‘noi’ e della comunità – dichiara la referente di Libera Chieti Gilda Pescara –. Arricchito dalle esperienze di questo tempo insieme, il progetto Fare futuro traccia un gradino di qualità significativo e nuovo nel nostro educare, portando al centro della riflessione pedagogica l’attenzione ai contesti, ai desideri, ai progetti delle persone di un territorio da assumere come bene comune”. 


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla d'Annunzio l'evento conclusivo con le scuole della rete di Chieti che hanno adottato i beni comuni dei propri territori
ChietiToday è in caricamento