Scuola

Educazione motoria nella primaria: al via Scuola Attiva Kids

Aperte fino al 18 ottobre le adesioni per le scuole primarie che vogliono partecipare con la proposta motoria, sportiva ed educativa.

È partito il Piano straordinario di Sport e Salute per la scuola primaria e secondaria di I grado. “Scuola Attiva Kids” è il progetto promosso da Sport e Salute - d’intesa con la Sottosegretaria allo Sport - e il Ministero dell’Istruzione, per promuovere l’attività fisica e sportiva, oltre alla cultura del benessere e del movimento, nella scuola primaria. Aperte fino al 18 ottobre le adesioni per le scuole primarie che vogliono partecipare con  la proposta motoria, sportiva ed educativa. L'avvio del progetto è previsto per inizio novembre, con l’arrivo dei tutor sportivi scolastici nelle scuole che aderiranno.

Per aderire all’iniziativa è necessario collegarsi tramite apposita piattaforma informatica presente nella pagina dedicata del sito di Sport e Salute. 

Scuola Attiva: più sport, più scuola, rappresenta la forma concreta del Piano Straordinario per la scuola varato da Sport e Salute SpA, d’intesa con la Sottosegretaria allo Sport, ValentinaVezzali e in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, per un investimento economico pari a 16,8 milioni di euro per l’anno scolastico 2021/2022.

Il programma ha l’obiettivo di incoraggiare l’attività fisica e sportiva tra i più giovani, per ridurre la diffusa sedentarietà e garantire l’accesso alla pratica motoria e sportiva per tutti. Un obiettivo perseguito anche grazie alla stretta collaborazione con le Federazioni sportive, a livello nazionale e territoriale, e al contributo del Comitato Italiano Paralimpico, nella scuola primaria, per l’inclusione dei bambini con disabilità e Bes.

In attesa dell’inserimento dell’insegnante di Educazione fisica anche nella scuola primaria, "soluzione auspicata e considerata ottimale", Sport e Salute propone un progetto da realizzare per far fronte alle esigenze dei bambini/ragazzi, delle famiglie, degli insegnanti e delle scuole. Si tratta, infatti, di un percorso focalizzato sullo sviluppo delle capacità e degli schemi motori di base nelle classi I?, II? e III? e sulla promozione dell’orientamento motorio e sportivo nelle classi IV? e V?, con iniziative finalizzate alla diffusione del benessere psico-fisico.

Dal punto di vista motorio, l'intervento adotta un approccio innovativo, per il quale il bambino è posto al centro della progettualità con lo scopo di ampliare il suo tempo attivo, in diversi momenti a scuola (in palestra, in cortile o in classe, con proposte per i diversi contesti) o nel tempo libero.

Figura centrale e rilevante del progetto è il Tutor Sportivo Scolastico, laureato in Scienze motorie e appositamente formato sulla fascia di età 6-10 anni. Il Tutor ha il compito di collaborare con l’insegnante referente di plesso per l’attività motoria, per la programmazione iniziale delle proposte motorio-sportive nella scuola, diventando anche un riferimento per gli Organismi Sportivi (FSN, EPS, DSA) e le ASD/SSD che vorranno proporre ulteriori progettualità all’interno del plesso scolastico da lui presidiato. Affianca inoltre i docenti delle classi IV? e V? in palestra per l’orientamento motorio e sportivo, un’ora a settimana per classe per tutta la durata del progetto, e garantisce un supporto metodologico agli insegnanti nella fase d’impostazione di altre attività (attività motoria per le classi I?, II? e III?; pause attive da realizzare a scuola durante la giornata; proposte per il tempo libero, da svolgere poi con la famiglia; campagna informativa “Benessere e Movimento”).

Per i docenti delle classi I?, II? e III?, oltre al supporto del Tutor, sono previsti: incontri/webinar di formazione; schede didattiche sull’attività motoria per gli alunni tra i 6 e gli 8 anni; sostegno tecnico sui contenuti del kit didattico e della formazione, anche via e-mail grazie a un pool di formatori esperti.

Tanti, i contenuti studiati da Sport e Salute per tutte le classi, gli insegnanti e le famiglie, con proposte pratiche per le pause attive; suggerimenti per le attività nel tempo libero; schede e attività relative alla campagna informativa «Benessere e Movimento» e al contest abbinato.

Elemento imprescindibile per la realizzazione e il buon esito dell’iniziativa è la sinergia con le Federazioni Sportive Nazionali, che accompagnano il Tutor con un’apposita formazione e contenuti didattici dedicati all’orientamento sportivo, permettendo l’offerta di un’attività motoria e sportiva differenziata e completa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione motoria nella primaria: al via Scuola Attiva Kids

ChietiToday è in caricamento