rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Formazione

"Il ruolo delle Politiche sociali per un nuovo patto sociale": esperienze a confronto a Chieti

L'iniziativa, promossa dal corso di laurea in Servizio sociale della d'Annunzio, vedrà partecipare il sottosegretario Durigon, docenti ed economisti

“Il ruolo delle Politiche sociali per un nuovo patto sociale: esperienze a confronto” è il tema dell’incontro che si terrà domani, 10 gennaio 2023, dalle ore 10.30, nell'auditorium del campus universitario di Chieti. L'evento, promosso dal presidente del corso di laurea in Servizio sociale dell’università degli studi “Gabriele d’Annunzio” di Chieti-Pescara, professor Roberto Veraldi, vedrà, dopo i saluti istituzionali del rettore Sergio Caputi, la partecipazione di importanti testimoni privilegiati del mondo delle istituzioni, tra i quali: l’onorevole Fabio Righi, segretario di Stato per l’industria, l’artigianato e il commercio, la ricerca tecnologica e la semplificazione normativa della Repubblica di San Marino, il senatore Claudio Durigon, sottosegretario al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, il professor Camillo Stefano Pasotti, docente di Sociologia generale presso il Dipartimento di economia aziendale della d’Annunzio, dell’economista Pino Mauro, del direttore generale della “Fondazione Enasarco”, Antonio Buonfiglio, dell’ex-direttore generale del ministero del Lavoro, Natale Forlani, e della dottoressa Sandra Carballar, ricercatrice a contratto della d’Annunzio. Le conclusioni saranno affidate al professor Giorgio Gosetti, docente di Sociologia dei processi economici e del lavoro dell’università di Verona.

Le Politiche sociali rappresentano l'insieme delle complessive politiche pubbliche che hanno per oggetto le strutture, le decisioni, i processi e gli esiti delle azioni istituzionali, organizzative e professionali che si confrontano con la società e con l'evoluzione della società. Rappresentano, nel loro complesso e in generale, il pilastro del welfare: un sistema sociale pubblico che garantisce ai cittadini la fruizione di servizi o forme di protezione da rischi derivanti da malattie, vecchiaia o eventi nel mercato del lavoro in tutte le sue applicazioni pratiche. Sono molti gli attori che concorrono alla "creazione" di welfare.

«Da qui - sottolinea il professor Roberto Veraldi, presidente del corso di laurea in Servizio sociale della d’Annunzio - nasce l'idea di un confronto aperto, all'interno del corso di laurea che forma gli operatori del sociale e tra questi soprattutto gli assistenti sociali, con testimoni privilegiati del variegato mondo delle istituzioni (italiane e internazionali), dell'Accademia, dell'imprenditoria nel campo dei servizi per approntare un ragionamento, il più costruttivo possibile, che serva a definire, delineare, approfondire le basi teoriche e conoscitive di come sarà il eelfare di domani e quali possibili vie di fuga immaginare in una “società fuori squadra", come la definiva Arnaldo Bagnasco, che sta cercando di ritrovare, lentamente e con difficoltà, il suo equilibrio nel rapporto con i cittadini che la compongono».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il ruolo delle Politiche sociali per un nuovo patto sociale": esperienze a confronto a Chieti

ChietiToday è in caricamento