Il 2 aprile a Torrevecchia le bambole volanti della Quaresima

Festa tradizionale del ciclo calendariale abruzzese

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Domenica 2 aprile si svolgerà la Festa delle Bambole Volanti o Quarantane, l'evento del ciclo calendariale abruzzese tipico del periodo quaresimale. Alle 10.30 presso il Palazzo Valignani verrà spiegato il significato della festa, a cui seguirà la visita alla mostra allestita nella sede storica; dopo la messa delle 11.30 ci saranno il corteo delle Bambole volanti, le tre vecchie, la spezzatura della pupa quaresimale, il rinfresco di magro e i canti quaresimali. Per ricevere auspici le bambole si devono mangiare, bruciare o far volare. Si riteneva che le "bambole volanti" del periodo di Quaresima potessero attrarre e trattenere gli spiriti e le malattie, perciò nella giornata della Festa, appunto il 2 aprile, i partecipanti faranno volare le bambole, appese a fili, sulla testa dei partecipanti e sui luoghi che si desidera proteggere. L'evento è curato dall'Associazione Laboratorio Tradizioni d'Abruzzo in collaborazione con la Compagnia delle Tradizioni Teatine, reduce dal terzo convegno nazionale sulla riscoperta delle pupe e dei riti della Quaresima, svoltosi ad Amaroni, in Calabria, dov'erano presenti le delegazioni di Abruzzo, Basilicata, Campania, Molise e Puglia.

Torna su
ChietiToday è in caricamento