Terza cena epistolare D’Annunzio-Masciantonio all'Osteria Patria di Lanciano

Gli aneddoti e le storie ispirate dal carteggio “Caro Pascal 1891-1922” tra Gabriele D’Annunzio e Pasquale Masciantonio al centro della terza cena epistolare alla Osteria Patria di Lanciano per venerdì 15 aprile 2016

Dopo la divertente cena epistolare del 18 marzo 2016 con le lettere di Ennio Flaiano a Giuseppe Rosato, scritte a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, ci si prepara al nuovo appuntamento di “Lettere in Patria”, particolare e originale format gastronomico-culturale, ideato e curato da Raffaella Tenaglia di Pixie Promotion. Incentrata su esperienze conviviali di riscoperta degli scambi epistolari tra personaggi preziosi per la cultura italiana, ogni cena epistolare si anima con la lettura condivisa di lettere, la degustazione di pietanze evocative delle relazioni e la scrittura di pensieri inediti dei commensali.

Venerdì 15 aprile si sfoglia insieme “Caro Pascal 1891-1922”. Il carteggio tra Gabriele D’Annunzio con l’amico Pasquale Masciantonio di Casoli svela dei retroscena inimmaginabili del Vate. Creduta smarrita, questa corrispondenza è tornata fortunatamente in Italia, pubblicata nel 2001 dalla Ianieri Edizioni di Casoli, a cura di Enrico Di Carlo e con la presentazione di Gianni Oliva. Il corpus epistolare si rivela di grande importanza per capire i risvolti psicologici dei due protagonisti.

Infatti si ricostruiscono la figura di questo generoso gentiluomo di provincia, affettuosamente chiamato Pascal, l’indole autentica e raramente genuina di D’Annunzio e quindi lo stretto rapporto di dipendenza reciproca fondato sulla stima e sull’affetto.

Dalla nascita dell’amicizia tra i due in quel di Napoli, al fascino reciproco per le ricchezze poetiche condivise, fino all’amaro allontanamento conclusivo, s’illustra una storia avvincente fatta di vizi e pasticci da risolvere e coprire nel tempo. Una particolare attenzione si rivolge anche all’elemento delizioso e prezioso che lega spesso i due amici: l’olio d.o.p. tipico delle terre casolane, vero “oro” d’Abruzzo di cui essere fieri tutt’ora.

MENU’ A TEMA

Antipasto: Guai a Napoli…
Frittata di pasta alla napoletana

Primo: Il fascino dell’oro casolano
Vellutata di asparagi, porro e patate
con filo d’olio prezioso d’Abruzzo

Secondo: Vizi e pasticci d’amore
Fricandò di maiale e verdure
(detta anche “Ciabotta” di carne alla meridionale)
Dolce: “…sempre te tienghe mezza lu core”
Sfogliatine con crema all’Aurum

Prenotazioni: 333-8395366. Informazioni: info@pixiepromotion.it - 329-6334543.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Cibo e Vino, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Sangiò legge" si sposta sul web: in diretta Facebook la rassegna letteraria di San Giovanni Teatino

    • Gratis
    • dal 5 novembre 2020 al 22 aprile 2021
  • Nelle parrocchie di San Salvo c'è la "Family week"

    • dal 14 al 21 marzo 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    ChietiToday è in caricamento