rotate-mobile
Teatro Chieti Scalo

Teatro in provincia 2023: tre tappe al Piccolo teatro dello Scalo per rivalutare la drammaturgia italiana contemporanea

Venerdì sera la prima maratona teatrale a Chieti. L’ottava edizione propone un grande cartellone di opere inedite a illuminare i teatri d’Italia

Al Piccolo teatro dello scalo riparte con grande entusiasmo, dopo tre anni di stop dettato dal Covid, il progetto Teatro in provincia 2023 del Cendic di Roma. L’ottava edizione propone un grande cartellone di opere inedite a illuminare i teatri d’Italia. L’intento è rivalutare la drammaturgia italiana contemporanea attraverso letture di corti teatrali nei luoghi, come le città di provincia, in cui di solito si esporta passivamente il teatro prodotto nelle grandi città. 6 teatri per 21 autori.

Si è cominciato  il 17 ottobre al teatro Caos di Chianciano e si concluderà il 19 gennaio al Piccolo teatro dello Scalo. A Chieti l’intervento è diviso in tre serate: l’1 e il 15 dicembre e il 19 gennaio. Venerdì sera, alle 21, dunque la prima maratona con i testi degli autori Vito Ostuni, Franca Fioravanti, Massimiliano Perrotta, Antonio Sapienza, Marco Romei, Maria Gabriella Olivi, Angelo Calippo. L’ingresso è libero.

Il progetto Teatro in provincia 2023, ideato da Duska Bisconti, è realizzato in collaborazione con Federazione Aut-Autori, Ministero della cultura-direzione generale biblioteche e diritto d’autore, fondo autori Videogrammi. 

L’iniziativa si è distinta, nelle scorse edizioni, per la passione con cui il pubblico ha espresso il suo gradimento sulle opere degli autori. Universali e fortemente attuali le tematiche scelte per questa VIII edizione: dal futuro nel presente, alla scienza amica e nemica, dalla famiglia ai viaggi, dalla religione all’intelligenza artificiale. Quest’anno la serata conclusiva, in cui il pubblico voterà la sua preferenza per i quattro corti finalisti, si terrà a Roma e darà avvio a una seconda fase in collaborazione con la Federazione Aut-autori. Nel corso della stessa serata, una giuria qualificata di autori cinematografici stabilirà quale tra i primi quattro corti votati dal pubblico è più indicato per una trasposizione cinematografica. All’autore del corto sarà attribuita una somma di 1.000,00 euro, grazie al supporto di Aut-Autori da utilizzare per lavorare a una vera e propria sceneggiatura.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro in provincia 2023: tre tappe al Piccolo teatro dello Scalo per rivalutare la drammaturgia italiana contemporanea

ChietiToday è in caricamento