Teatro Centro Storico / Via Cesare De Lollis

Marrucino: stagione low cost con Shakespeare, Goldoni e Moliére

Presentata la stagione di prosa 2011-2012 del Teatro in convenzione con l'Atam. Primo appuntamento il 3 dicembre col musical interpretato da Luisa Corna. Di Primio dopo le polemiche: "Difenderemo il Marrucino coi denti"

Quasi più veloce dei neutrini l’ufficializzazione della prossima stagione di prosa 2011-2012 che il Teatro Marrucino realizzerà in collaborazione con l’Atam.
Una convenzione contrastatata dalle opposizioni, alle quali oggi il sindaco Umberto Di Primio risponde così: “La scelta ricaduta sull’Associazione Teatrale Abruzzese-Molisana non è certo un ripiego ma un’opportunità e dipingere la stessa come un’Associazione di secondo piano è ingiusto e irriverente nei confronti di chi da decenni opera nel mondo del Teatro con una professionalità unanimemente riconosciuta”. Di Primio dal Foyer dell'amato Teatro ha anche precisato che il Consiglio di Amministrazione sarà libero di operare altre decisioni se lo riterrà opportuno e che  "mai a nessuno consegneremo il teatro Marrucuni, anzi, lo difenderemo con i denti perchè è un Ente patrimonio della Città di Chieti e dell’intero Abruzzo”.

La stagione di prosa concordata con L'Atam è di tutto rispetto, nonostante i costi siano contenuti, la maggioranza invita il pubblico al 'provare per credere' e a giudicare al termine degli spettacoli, che inzieranno sabato 3 dicembre, quando sul palco del Marrucino salirà la cantante Luisa Corna col musical “Pirates”. Seguiranno i grandi autori: “Romeo e Giulietta” per la regia di Leo Muscato, “L’uomo Prudente” di Goldoni,  “L’avaro” di Moliere, Pirandello, “Tante belle cose” di Edoardo Erba interpretato da Maria Amelia Monti, “Volare” con Gennaro Cannavacciuolo. “Sarà un cartellone che accontenterà un vasto pubblico - ha commentato il direttore dell’Atam, Enzo Gentile - in quanto contenente generi diversi”.


“Entro la fine dell’anno – ha annunciato il Senatore con delega al teatro Fabrizio Di Stefano - consegneremo alla Deputazione Teatrale un Ente risanato e riqualificato dal punto di vista economico che con ogni probabilità avrà un euro di attivo e non di passivo. Se la sinergia istaurata con l’Atam - ha poi concluso - ci ha consentito di allestire una Stagione di Prosa ad un costo contenuto è perchè l’Associazione, nata proprio qui a Chieti, è in grado di ottimizzare le sue risorse che, ricordo, provengono anche da un contributo ministeriale concesso in virtù dell’alto livello degli spettacoli che riesce a proporre”.

Un milione di euro circa verrà risparmiato anche grazie all’accordo raggiunto con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. “In un momento non roseo per le attività culturali, a causa dei tagli economici che Stato ed enti locali sono costretti ad operare, una delle soluzioni è la ricerca della collaborazione tra città, associazioni e realtà produttive abruzzesi - ha concluso il presidente dell’Atam Marco Fanfani, dichiarandosi disponibile a un confronto con quanti non hanno condiviso la scelta fatta dal Comune di Chieti.

L’Atam, da sempre impegnata nella divulgazione della cultura teatrale, non nasconde di voler riprendere il contatto con il mondo della scuola, promuovendo anche una Rete dei Teatri abruzzesi di cui il Marrucino sia il fulcro. A testimoniare il matrimonio possibile tra scuola e teatro questa mattina, nel Foyer del Marrucino, la presenza di diversi dirigenti scolastici degli istituti teatini.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marrucino: stagione low cost con Shakespeare, Goldoni e Moliére

ChietiToday è in caricamento