Teatro

Al Marrucino la finale del Festival interregionale del monologo – Premio Guerriero di Capestrano

Sul palcoscenico del Marrucino si esibiranno 12 attori, selezionati nelle fase eliminatorie precedenti in Umbria e in Abruzzo

Domenica 2 giugno, al teatro Marrucino di Chieti, alle ore 17, ci sarà la finale del secondo Festival interregionale del monologo – Premio Guerriero di Capestrano. L'evento è stato organizzato dai comitati regionali di Umbria e Abruzzo della Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita), con l'Alto patrocinio della Regione Umbria, della Regione Abruzzo, dei Comuni di Porano, Castel Giorgio, L’Aquila, Bolsena, Chieti e della deputazione teatrale Teatro Marrucino di Chieti.

La gara si è svolta nei territori di entrambe le regioni: il presidente Fita Umbria Francesco Segoni si è occupato delle fasi eliminatorie in Umbria e Lazio, tra Porano (Terni), Castel Giorgio (Terni) e Bolsena (Viterbo); il presidente Fita Abruzzo Antonio Potere ha organizzato le fasi eliminatorie a Pescara e all'Aquila

La finale sarà condotta da Ambra Porreca, segretaria, tesoriera e addetta stampa di Fita Abruzzo, attrice e aiuto regista della compagnia “I Marrucini” di Chieti, e da Fabio D'Amanzio, presentatore e direttore artistico di Bolsena.

Sul palcoscenico del Marrucino si esibiranno 12 attori finalisti, selezionati nelle fase eliminatorie precedenti, nel seguente ordine di esibizione: Alessandra Nutini, Carlo Albanesi, Tiziana Gioia, Gemma Melchiorre, Federico Martelloni, Martina Fabrizi, Giulia Onnis, Tania Zuccaccia, Noemi Grilli, Roberto Baccello, Luciano Bettucci e Roberta Chiodetti.

I finalisti saranno giudicati da una giuria tecnica composta da ben 9 membri: il presidente della giuria tecnica Aldo Zordan, nonché vice presidente nazionale Fita, Caterina Piccirilli, Giovanna Di Felice, Loredana Verticelli, Alberto Cremonese, Mario Facchini, Stefano Santoni, Gabriella Scarpanti e Virgilio Vincenzoni. L'evento è gratuito.

A ogni partecipante sarà consegnato una litografia. A insindacabile parere della giuria potranno essere assegnati eventuali riconoscimenti per particolari meriti.

Al primo classificato sarà consegnata una statua in miniatura del Guerriero di Capestrano, scultura in calcare tra le più importanti testimonianze dell’arte italica del VI secolo avanti Cristo e conservata attualmente al museo archeologico nazionale d’Abruzzo di Chieti. Il secondo e terzo classificato riceveranno un bassorilievo di un’artista spoletina ispirato ad un tema teatrale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Marrucino la finale del Festival interregionale del monologo – Premio Guerriero di Capestrano

ChietiToday è in caricamento