rotate-mobile
Teatro Vasto

Vasto: Decaro, Lo Verso e Celestini tra i protagonisti della stagione di prosa del Grido Cineteatro

Primo spettacolo in programma il 10 dicembre nel teatro Madonna dell'Asilo. Gli organizzatori: "Cartellone di qualità e costi accessibili a tutti"

Sono cinque gli appuntamenti proposti dal Grido CineTeatro, in programma per la stagione di prosa 2022-2023 nel teatro Madonna dell’Asilo di Vasto. Si inizia il 10 dicembre con Enzo Decaro “Un’odissea infinita”, ritorno in città per Enrico Lo Verso con “Uno, Nessuno e Centomila” il 15 gennaio, I.A. con Eliana De Marinis e Tommaso Bernabeo il 18 febbraio, Coppia aperta quasi spalancata con Silvia Napoleone e Mario Massari il 4 marzo, ed infine il 22 aprile Radio Clandestina con Ascanio Celestini.

Il programma è stato presentato nel corso di un incontro moderato dal giornalista Giuseppe Ritucci, a cui hanno preso parte il sindaco di Vasto, Francesco Menna, l’assessore alla cultura, Nicola Della Gatta, l’assessora alle politiche giovanili Paola Cianci, il consigliere comunale Francesco del Viscio, Giorgia Berardi e Pietro Garone dell’associazione Grido Aps e i rappresentanti dell’Acs Abruzzo Molise, Zenone Benedetto e Domenico Polidoro.

L’Acs–Abruzzo Molise circuito spettacolo, costituitasi come associazione culturale è diventata nel 2021 impresa sociale, che ha nella distribuzione dello spettacolo dal vivo e nella progettazione e realizzazione di attività culturali ad ampio raggio il cuore della sua mission culturale. Uno degli obiettivi principali dell’Associazione è quello di ricostruire un tessuto culturale forte nelle regioni Abruzzo e Molise capace di percorrere una strada personale ed efficace nella vita culturale delle comunità di riferimento. Grazie ad una solida e ampia rete di collaborazioni valorizza l’eccezionale patrimonio dei grandi e dei piccoli teatri con un’offerta culturale di qualità garantendo agli Enti locali una qualificata collaborazione artistica e amministrativa sul territorio.

“L’anno scorso siamo partiti con l’appuntamento per i bambini. Quest’anno - ha detto Giorgia Berardi - ci spostiamo sulla prosa con cinque appuntamenti notevoli. Un cartellone di qualità e con costi accessibili a tutti”.

“Il Grido è un nome stupendo, di richiamo, che può con poco trasformarsi in gioia. L’Acs non poteva non accogliere questa richiesta del Grido CineTeatro - ha dichiarato Polidoro - noi riteniamo il teatro non un servizio, ma un bene e come tale vogliamo difenderlo”.

“Questa è una scommessa voluta e che troverà sono certo consenso. Il filo comune di tutti gli spettacoli - ha aggiunto Zenone Benedetto - è l’identità personale. Si pone al centro l’umanità e l’individualità”.

“Continua l'offerta del Grido Cineteatro con un ambizioso progetto teatrale che punta a coniugare nuovi linguaggi a stabili piattaforme tematiche, - ha dichiarato il primo cittadino - portando in scena spettacoli dall'alto contenuto valoriale con artisti di primissimo piano nel panorama nazionale”.

“Come amministrazione siamo pienamente consapevoli dell'ambiziosa sfida che Giorgia e Piero, insieme a tanti altri, hanno assunto in collaborazione con l'Acs Abruzzo Molise circuito spettacolo - ha concluso l’assessore Della Gatta - una sfida che intendiamo fare nostra affinché gli spettacoli proposti incontrino la partecipazione di tanti concittadini, in particolare dei più giovani. È da iniziative come questa che passa la capacità di elevare l'anima della comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: Decaro, Lo Verso e Celestini tra i protagonisti della stagione di prosa del Grido Cineteatro

ChietiToday è in caricamento