Martedì, 19 Ottobre 2021
Eventi Ortona

Ortona festeggia i 90 anni del teatro Tosti con Michele Placido

L'attore e regista pugliese parteciperà allo spettacolo “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev con l’orchestra I Giovani Accademici

L’amministrazione comunale di Ortona festeggia i 90 anni del teatro Tosti con un evento speciale, in programma giovedì 27 febbraio. In programma una serata speciale con Michele Placido, voluta dall’amministrazione comunale per celebrare i 90 anni del teatro cittadino, realizzato nel 1930 dall’ingegnere Tommaso Pincione.

L'attore e regista pugliese parteciperà allo spettacolo “Pierino e il lupo” di Sergej Prokofiev con l’orchestra I Giovani Accademici. "La data è importante per la storia della nostra città – sottolinea il sindaco Leo Castiglione – e abbiamo voluto festeggiare la ricorrenza con una serata unica che resterà nella memoria della nostra comunità. La presenza sul palco di un noto attore accompagnato da una orchestra formata da giovani musicisti abruzzesi sottolinea l’importanza di questa struttura come luogo di opportunità e di crescita nel panorama culturale e artistico regionale e nazionale. Uno degli obiettivi di questa amministrazione è stato quello di investire sul teatro come palcoscenico per l’organizzazione di qualificate rassegne con spettacoli di prosa, danza, opere liriche, concorsi di canto, ma soprattutto come centro di produzione culturale e formazione per tanti giovani che vogliono calcare le scene. E proprio per rimarcare la centralità del palcoscenico ortonese, vogliamo ricordare con un evento le novanta candeline del teatro che dal 2008 porta il nome di uno dei figli più illustri della nostra città, ovvero il compositore Francesco Paolo Tosti". La giunta ha deliberato un contributo di 11 mila euro. 

La storia del teatro comunale si sviluppa con alterne vicende a partire dalla sua costruzione, completata in meno di un anno il 22 febbraio 1930. L’idea del progetto di un nuovo teatro per la città di Ortona si deve a un personaggio geniale e avventuroso, l’ingegnere Tommaso Pincione, nato a La Spezia da madre ortonese, che dopo aver trovato fama e fortuna in Oriente come ingegnere idraulico impegnato nella costruzione di porti e dighe, nel 1927, tornato in Italia, volle creare per la sua Ortona uno spazio per l’arte e la città, uno dei più grandi del tempo con circa 900 posti. Il 26 febbraio 1930 il teatro venne inaugurato e il giorno successivo si alzò il primo palcoscenico con l’opera lirica “Rigoletto”. Nel 1999 il consiglio comunale di Ortona decise l’acquisto dell’immobile da privati e attraverso finanziamenti nazionali e regionali si avviò una delicata fase di riqualificazione e restauro della struttura conclusa con la sua riapertura nel gennaio 2006.      

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ortona festeggia i 90 anni del teatro Tosti con Michele Placido

ChietiToday è in caricamento